Google+

Senato, Forza Italia contro Grasso: «Moralità ad orologeria»

febbraio 6, 2014 Chiara Rizzo

Il presidente del Senato ha spiegato la scelta di costituirsi parte civile contro Berlusconi, ma i senatori di Fi e Gal hanno abbandonato l’aula per protesta. Grasso: «È una scelta che si può revocare se tutti sono d’accordo»

È guerra tra Forza Italia e Pd, dopo la decisione del presidente del Senato Piero Grasso, ieri, di costituirsi parte civile contro Silvio Berlusconi nel processo per la “compravendita” dei senatori. Ieri Grasso è andato contro il parere della Giunta per le autorizzazioni che era negativo alla costituzione di parte, ma che non era un parere vincolante.

«VERGOGNA». Oggi per protesta i senatori di Forza Italia e Gal hanno abbandonato l’aula di Palazzo Madama e uscendo hanno gridato contro Grasso. La decisione è stata presa appena Grasso aveva dichiarato che «Nel processo ci sono senatori, fortunatamente ex senatori…»: subito sono esplosi i primi boati di protesta, mentre il presidente del Senato diceva: «Lasciatemi finire, mi riferisco al senatore De Gregorio». I senatori di Fi e Gal sono comunque andati via dall’Aula. Il centrodestra parla di «zelo giustizialista» rispetto alla decisione di Grasso, che a sua volta invece definisce la scelta di costituirsi «ineludibile dovere morale».

LA “PRIMA VOLTA” AL SENATO. Grasso stamattina ha spiegato la sua decisione: «Se non c’è un precedente di costituzione di parte civile del Senato, forse è perché non c’era mai stato prima un processo del genere. Sono rimasto impressionato dal fatto che siano indicate le date delle sedute in cui si sarebbero commessi i fatti». Quest’ultimo motivo avrebbe spinto il presidente del Senato a prendere una decisione diversa da quella della Giunta, come ha proseguito a dire Grasso: «La facoltà di costituirsi parte civile ha un termine di decadenza e la mia preoccupazione come rappresentante del Senato era di non poter far valere una facoltà che il Senato ha».

«SCELTA CHE SI PUO’ REVOCARE». Grasso, poco dopo l’abbandono dei senatori di centrodestra, ha proseguito il suo discorso spiegando che «La costituzione di parte civile si può anche revocare: ci sono gli strumenti, se tutta l’Aula del Senato è d’accordo. Ma io ho preso la mia decisione in totale autonomia. È stata una scelta super partes, una scelta discrezionale, che la funzione che ricopro mi attribuisce. Non ho subito nessuna pressione, ho agito in piena autonomia e indipendenza». Poi replicando alle accuse lanciategli dai senatori di Fi e Gal, ha concluso «Non ho umiliato il Consiglio di Presidenza».

FI: «QUINTO COLPO DI STATO». La più dura nei commenti alla decisione di Grasso è stata la deputata Michaela Biancofiore, che ha parlato di «Quinto colpo di Stato portato avanti in questo Paese contro Silvio Berlusconi». Ma anche diversi senatori hanno condannato il gesto di Grasso denunciando, come ha fatto Lucio Malan, la «moralità ad orologeria», o «la «vera e propria fatwa contra personam nei confronti di Silvio Berlusconi» come ha detto Daniele Capezzone. Per la senatrice Alessandra Mussolini «Grasso ha una coda di paglia da qui al Quirinale».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana