Google+

Segretario di Stato gallese contro il matrimonio gay. Madri lesbiche protestano usando la figlia di 8 anni

febbraio 19, 2013 Redazione

Una bambina inglese di otto anni scrive al segretario di stato del Galles, David Jones, per bocciare la sua decisione di voto contro il matrimonio omosessuale.

Ha otto anni ed è stata cresciuta da una coppia di lesbiche. Ha scritto al segretario di stato gallese David Jones per protestare contro la sua ostilità verso il matrimonio gay. Mr Jones, scrive The Indipendent, ha provocato una «tempesta di indignazione» la scorsa settimana quando ha spiegato la sua decisione di votare contro il matrimonio gay alla Camera dei Comuni all’inizio di questo mese.

LA LETTERA DELLA BAMBINA. «Tra le molte persone che si sono lamentate delle sue motivazioni» scrive il quotidiano inglese, c’è anche una bambina che vive con le sue “due madri” a Londra. La lettera, scritta a matita e «ordinatamente», accusa Jones di voler condannare «gli esseri umani con sentimenti». La bambina afferma di essere stata allevata «benissimo» dalle due madri e che «si può essere cresciuti da chiunque purché vi sia amore».

MATRIMONIO SOLO PER ETEROSESSUALI. Jones è dell’opinione che il matrimonio sia «un’istituzione che si è sviluppata nel corso dei secoli ed è in grado di garantire un ambiente sicuro e accogliente per l’educazione dei bambini», cosa che «due partner dello stesso sesso non sono in grado di dare». Jones ha anche aggiunto che non è contrario al riconoscimento delle «unioni stabili e impegnate delle coppie dello stesso sesso» né alle unioni civili, ma soltanto al matrimonio gay.

USARE I BAMBINI. «Ho semplicemente cercato di sottolineare che le coppie omosessuali, poiché composte da partner dello stesso sesso, non possono procreare biologicamente i bambini». Per questo, afferma Jones, «l’istituzione del matrimonio dovrebbe essere riservata ai partner di sesso opposto». Ciò non è servito a placare l’ira delle “due madri” lesbiche, le quali hanno comunicato alla stampa che la primogenita continuerà a scrivere al ministro del governo di David Cameron fino a quando questi non risponderà: «Le persone che fanno questo tipo di commenti non parlano di idee o di politiche, ma di vere e proprie famiglie con bambini reali e veri sentimenti». Che non si fanno problemi a usare i bambini per affermare le proprie idee o politiche.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. giuliano says:

    diciamo le cose come stanno. il cosidetto gay è un pederasta ovvero uno che sfoga la sua libido sessuale con individui del proprio sesso. L’omosessuale invece può essere uno che è nato con uno squilibrio sessuale nella sfera psicologica, un disordine cioè, ma che è curabile Il gay quindi è uno che appartiene alla categoria dei suini, categoria che comprende anche tutti quelli di sinistra che hanno creato questa mentalità schifosa a cui tutti si inchinano

  2. ale says:

    …invece i bambini che portate ai family day non vengono “usati” – sono là dietro propria esplicita richiesta. Come i neonati che imbrattate con l’acqua battesimale.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download