Google+

«Se i grillini andassero al governo, sarebbe una dittatura»

giugno 1, 2016 Redazione

Attivista della prima ora, fu la più votata alle primarie M5s per il Senato in tutta Milano e provincia. Ma ora spara ad alzo zero sul movimento di Grillo

Lei si chiama Paola Bernetti, ha 60 anni ed è stata la più votata alle primarie M5s per il Senato in tutta Milano e provincia. Ma oggi, dopo essere stata un’attivista della prima ora del Movimento cinque stelle, averlo visto nascere e averlo supportato, dice: «È pericoloso per la democrazia. Mi sono disiscritta dopo sette anni, soffrendo per l’enorme delusione. Ma non voglio esser complice di quella che potrebbe diventare una dittatura, se i grillini andassero al governo».
Sono queste le parole di Bernetti usate in un’intervista che appare sul settimanale Oggi e firmata da Mauro Suttora (titolo: «Attenti, i grillini sono una setta»). Certo, a tali assertive dichiarazioni va fatta un po’ la tara e non si può negare che la signora abbia nei confronti del movimento un po’ di risentimento per non averla mandata a Roma, «ciononostante, per tre anni e mezzo ha mantenuto il silenzio: “Ho continuato a votarli, pensando che gli altri partiti sono peggio».

TRASPARENZA? Dopo l’entusiasmo iniziale («vedevo in Grillo un padre padrone, però buono e giusto, che avrebbe sempre e solo fatto gli interessi del M5s guidandoci con disinteresse»), la cocente delusione. Bernetti s’è accorta che gli slogan “uno vale uno”, la democrazia dal basso, il “siamo tutti cittadini uguali” non corrispondono a realtà: «Ufficialmente tutto avviene online attraverso il portale della Casaleggio srl, ma ogni controllo viene respinto. Sbandierano trasparenza, ma hanno fatto sparire tutti i voti delle “parlamentarie”. I risultati delle primarie per le europee del 2014 li hanno tenuti segreti. Sbandierano coerenza, ma sulla presenza in tv hanno cambiato idea cinque volte, perfino espellendo Federica Salsi per una comparsata tv». Quindi «io non li voterò più: sono diventati un partito demagogico». In verità, cara signora, lo sono sempre stati.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. Ferrucccio scrive:

    Redazione, premesso che non è mia intenzione fare polemica, mi spieghi che differenza c’è tra un Grillo che comanda assieme ad un direttorio a porte chiuse e un Renzi che spadroneggia senza essere stato eletto? Perchè il primo è pericoloso e il secondo no. Almeno il primo sulle unioni civili all’inizio diceva che non erano prioritarie per il paese mentre il secondo ci ha regalato la Cirinnà per dimostrare a tutti quanto è di sinistra.

  2. Ferruccio scrive:

    Renzi come del resto anche Hollande sono liberali in economia che perennemente costretti a dover dimostrare di essere progressisti fanno leva sui diritti civili. In parole povere sono la peggiore sciagura che possa capitare alla Chiesa Cattolica.

    • Filippo81 scrive:

      Sono contrario al governo renzi,come sono stato contrario ai governi degli ultimi 15 anni,ma un governo grillino sarebbe un male peggiore.

  3. Menelik scrive:

    Mai stato grullino fin dalla prima ora, men che mai adesso.
    Quel neo-partito chiamato Movimento non mi ha mai sconfinferato.
    Riconosco una cosa, però:
    un gran numero di episodi di trollaggio su questo sito, si è capito che sono chiaramente riconducibili a uno o pochi personaggi che si riconoscono nel Movimento di Grillo.
    C’è l’ultra-vetero-comunista da falce-e-martello, il più volgare a vomitare il suo odio nei confronti di tutto ciò che abbia anche lontaname3nte a che fare col Cristianesimo, e viene sgamato subito, e c’è o ci sono un paio di grullini che vomitano il loro odio in forma più velata, più “democratica” all’apparenza.
    Io sono convinto che questi personaggi darebbero un occhio nella testa per farci fare la fine che hanno fatto fare ai Polacchi a Katyn.
    E’ che la legge glielo impedisce, altrimenti al solo pensarci, andrebbero in orgasmo più facilmente di un rapporto sessuale, da tanto è l’odio che hanno in corpo. C’è chi riesce a nasconderlo e chi no.
    Ricordo che in più occasioni, quando si parlava delle stragi di Cristiani da parte dell’isis e boko haram, questi personaggi hanno trollato insultando e deridendo le vittime Cristiane, e io me la sono presa al punto anche da inviare mail alla redazione in più di una occasione, chiedendo di intervenire perché hanno inviato post ripugnanti di fronte al sangue versato, agli stupri, alle riduzioni in schiavitù.
    Devo dire che mi hanno veramente schifato.

  4. Menelik scrive:

    Mai stato grullino fin dalla prima ora, men che mai adesso.
    Quel neo-partito chiamato Movimento non mi ha mai sconfinferato.
    Riconosco una cosa, però:
    un gran numero di episodi di trollaggio su questo sito, si è capito che sono chiaramente riconducibili a uno o pochi personaggi che si riconoscono nel Movimento di Grillo.
    C’è l’ultra-vetero-comunista da falce-e-martello, il più volgare a vomitare il suo odio nei confronti di tutto ciò che abbia anche lontanamente a che fare col Cristianesimo, e viene sgamato subito, e c’è o ci sono un paio di grullini che vomitano il loro odio in forma più velata, più “democratica” all’apparenza.
    Io sono convinto che questi personaggi darebbero un occhio nella testa per farci fare la fine che hanno fatto fare ai Polacchi a Katyn.
    E’ che la legge glielo impedisce, altrimenti al solo pensarci, andrebbero in orgasmo più facilmente di un rapporto sessuale, da tanto è l’odio che hanno in corpo. C’è chi riesce a nasconderlo e chi no.
    Ricordo che in più occasioni, quando si parlava delle stragi di Cristiani da parte dell’isis e boko haram, questi personaggi hanno trollato insultando e deridendo le vittime Cristiane, e io me la sono presa al punto anche da inviare mail alla redazione in più di una occasione, chiedendo di intervenire perché hanno inviato post ripugnanti di fronte al sangue versato, agli stupri, alle riduzioni in schiavitù.
    Devo dire che mi hanno veramente schifato.

    • Menelik scrive:

      Due volte lo stesso testo ????
      Va be’ che repetita iuvant, ma francamente non era nella mia intenzione.

  5. Massimo Trento scrive:

    Che l’articolista chiosi il finale astioso e protagonistoide della signora la dice lunga sulla tendenziosita’ dell’articolo. Demagogia? Pigliatevi una qualsiasi edizione del Devoto Oli, leggetevi il significato della parola e ne riparliamo. Per i mostri di acume che commentano a sproposito sulle esacrabili uccisioni di cristiani in giro per il mondo, e -da bravi borghesini baciapile di una ipocrisia vomitevole- vorrebbero pure in questa occasione accollare qualche responsabilita’ ai 5 stelle, vorrei ricordare che la meta’ degli elettori del movimento e’ costituita da ex elettori del centrodestra. Cattolici come voi, a meno che non vi sentiate di definirli fratelli di serie B. E loro sarebbero una setta? Sbagliano come tutti, ma almeno non ingannano il popolo con un governo illegittimo, menzognero e bancarottaro retto da centinaia di transfughi e condannati che pure vogliono cambiarci la costituzione. Molti di loro sono cattolicissimi e vestono il cilicio. Vedasi il vostro amico Ciellino Formigoni. Un po’ di pudore, per cortesia!

    • giovanna scrive:

      Massimo Trento, era dai tempi della trollona in veste “filomena” , che non si coglieva più l’ossessione del “cilicio ” !
      Post e post e post di copia e incolla su inquisizione e cilicio.
      Ah, che bei tempi, ero più giovane !
      E ricordati, Massimo Trento, che sei su un binario morto.

  6. Teo scrive:

    Il Movimento 5S ha una solida anima di sinistra radicale, non stupisce quindi che emerga il suo lato autoritario.
    La sinistra, almeno in Italia, è da sempre l’area politica che meno garantisce la libertà di opinione e di pensiero. Chi si oppone alla dittatura del pensiero unico (europeismo senza se e senza ma, multiculturalismo, gender, ecc.) viene automaticamente assegnato alla categoria dei “cattivi”, ovvero populisti (quando va bene), razzisti, xenofobi, omofobi, islamofobi, ecc.
    Senza considerare altri fatti minori, come le aggressioni dei centri sociali all’Università di Bologna contro Panebianco o contro i comizi di Salvini.
    L’area politica che garantisce invece maggior pluralità e rispetto delle opinioni è senz’altro l’area di destra, nonostante

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana