Google+

Quali scuole paritarie non dovranno pagare l’Imu? Ecco come si calcola il costo medio per studente

luglio 4, 2014 Redazione

Il sottosegretario Toccafondi: «Soddisfatto perché si aiuta la sopravvivenza delle paritarie. Ma è un’ingiustizia che siano escluse quelle rette da onlus e cooperative sociali»

paritarie-scuola-costiCome vi abbiamo già raccontato, un decreto del Mef (ministero Economia e Finanze) ha stabilito quali scuole paritarie devono pagare l’Imu. Il parametro adottato è il costo medio per studente. Se le rette lo superano, le paritarie devono pagare l’Imu, altrimenti no.
Lo Stato italiano, dunque, ha calcolato, basandosi su dati Ocse, quanto spende ogni anno per ogni suo alunno e questi sono i risultati:

  • scuola dell’infanzia: 5.739,17 euro
  • scuola primaria: 6.634,15 euro
  • scuola media: 6.835,85 euro
  • scuola superiore: 6.914,31 euro

Le paritarie saranno esentato dal pagamento dell’Imu se il proprio corrispettivo medio è inferiore o uguale al costo medio per alunno. Il corrispettivo medio si calcola sommando il totale delle rette pagate dividendolo per il numero degli alunni.
Tutto ciò riguarda, però, solo le scuole paritarie non profit, cioè gestite da enti ecclesiastici o fondazioni. Quelle gestite da onlus o cooperative sociali sono escluse dal decreto del Mef. L’unica possibilità per loro è che il Comune le riconosca l’equiparazione a enti no profit.

L’INTERVISTA A TOCCAFONDI. Su Avvenire (da cui è tratta la tabella che vedete in pagina, i cui numeri si discostano da quelli del Mef perché calcolati sul bilancio dello Stato e non sui dati Ocse), oggi compare anche un’intervista al sottosegretario Gabriele Toccafondi il quale si dice soddisfatto per il «passo importante», che «sana una delle diverse disparità di trattamento all’interno dell’unico sistema scolastico nazionale. E poi sono soddisfatto perché questo passo permette di aiutare la sopravvivenza delle scuole paritarie». Tuttavia il sottosegretario non nasconde il fatto che ancora molto è da fare «verso una parità scolastica chiara e reale, come del resto è previsto nella Costituzione, abbandonando una parità che è ancora zoppa» (della stessa idea il ministro Stefania Giannini nell’intervista a Tempi).
Toccafondi è soddisfatto che il Mef «abbia percepito, attraverso le regole varate, che le scuole paritarie svolgono, al pari di quelle statali, un servizio pubblico», anche se definisce «un’ingiustizia» il fatto che siano state escluse le scuole rette da gestori Onlus o cooperative sociali».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.