Google+

Scrive che «l’Iran è un paese troppo islamico» su Facebook: rischia la condanna a morte a Teheran

aprile 3, 2014 Leone Grotti

In prigione da cinque mesi, Roya Saberi Negad Nobakht si era recata in Iran a ottobre per visitare la sua famiglia. È stata arrestata dalla polizia appena scesa dall’aereo nella città di Shiraz

iran-facebook-islamUna donna con la doppia nazionalità iraniana-inglese è in carcere da cinque mesi a Teheran e ora rischia la pena di morte per aver espresso commenti su Facebook che non sono piaciuti al regime islamico guidato dall’ayatollah Khamenei e dal premier “riformista” Hassan Rohani.

INSULTI ALL’ISLAM. Roya Saberi Negad Nobakht si era recata in Iran a ottobre per visitare la sua famiglia. È stata arrestata dalla polizia appena scesa dall’aereo nella città di Shiraz e accusata di aver espresso «insulti alle santità islamiche» e di essersi «scontrata con la sicurezza nazionale».
All’origine dell’accusa ci sarebbero due post pubblicati su Facebook da Roya in cui affermava che «l’Iran è un paese troppo islamico» e ossessionato dalla sicurezza. Il processo non è ancora iniziato ma la donna rischia la pena di morte.

LA NOTIZIA. La notizia è stata pubblicata ieri dai giornali inglesi dopo che il marito, Daryoush Taghipoor, che ha vissuto insieme alla moglie diversi anni a Stockport, ha parlato di quanto avvenuto ad un amico di famiglia inglese.
Quest’ultimo ha chiesto aiuto al parlamentare locale, Andrew Stunell, scrivendogli: «Io le devo chiedere, su basi umanitarie e nel rispetto della giustizia, di fare ogni possibile pressione sul governo inglese affinché faccia tutto il possibile per il rilascio di una cittadina britannica innocente». La storia è comprovata dall’Indepedent, che ha preso visione del documento di accusa che ha portato all’incriminazione di Roya.

REGIME ISLAMICO. In Iran Facebook, Google e Twitter sono vietati ed è possibile connettersi ai social network solo attraverso server illegali. La censura è all’ordine del giorno e la polizia controlla che per strada un rigido codice morale e di vestiario introdotto dagli ayatollah venga rispettato. Ogni riferimento critico verso il potere e l’islam può portare alla pena di morte. Solo nel 2013, secondo stime al ribasso, sono state giustiziate 687 persone, un aumento del 16 per cento rispetto al 2012.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana