Google+

Sardegna, stato di emergenza per l’alluvione. Nel nuorese «una diga ha ceduto» e rischia di crollare

novembre 19, 2013 Francesco Amicone

Il direttore di Radio Barbagia parla della situazione nel nuorese: strade interrotte, case sommerse dall’acqua, gente sui tetti. Per i soccorsi si usano gli elicotteri. A rischio la diga sul fiume Posada

L’alluvione che ha colpito la Sardegna ha fatto sinora 18 morti, scaricando in 24 ore una quantità di acqua pari a quella che nell’isola normalmente cade in sei mesi. La Gallura è la zona più colpita, ma il ciclone Cleopatra, come è stato chiamato dai metereologi, non ha risparmiato nemmeno il nuorese, a sud di Olbia: «Oggi ho provato a spostarmi da Nuoro, ma è praticamente impossibile: la rete viaria è completamente inagibile», racconta a tempi.it don Francesco Mariani, direttore di Radio Barbagia.

Com’è la situazione?
Stamattina ha smesso di piovere, ma l’acqua tornerà entro sera. Il bilancio, nella Barbagia, è per ora di due morti e di un disperso del quale sono stati trovati soltanto la camicia e uno stivale. Ci sono strade interrotte ovunque, e molti paesi isolati, con abitazioni sommerse dall’acqua e gente che si rifugia sui tetti.

I soccorsi funzionano?
Per raggiungere gli ospedali si usano gli elicotteri, fra molte difficoltà. La Protezione Civile sta facendo il possibile, ma la situazione è grave.

Dove l’alluvione sta facendo i maggiori danni?
A Nuoro non si sono verificati problemi, ma nel nuorese molte zone sono a rischio: i paesi che si trovano in condizioni peggiori sono nella Baronia. A Galtellì sono state sommerse anche le aziende agricole. A Bitti il fango ha invaso le strade, mentre a Torpè, la diga sul fiume Posada ha parzialmente ceduto, facendo tracimare fango e detriti, e rischia di cedere ancora.

Rischia di crollare?
La quantità di pioggia è stata notevole e l’acqua è tracimata dalla diga. Nonostante i sindaci avessero dato l’allarme, le imprese impiegate nei lavori di sopra-elevazione della diga si sono fermate e hanno lasciato le cose a metà, per un contenzioso, un problema di soldi.

La diga è stata messa in sicurezza?
Per ora stanno facendo evacuare gli abitanti della zona.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. clemente says:

    Ma la diga è “ecologica”; non è una perfida centrale nucleare.
    Quindi nessuno ne parla.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download