Google+

Sapore di te, il seguito di Sapore di mare

gennaio 8, 2014 Elisabetta Longo

I fratelli Vanzina firmano il sequel di una delle loro commedie più famose, ancora ambientato negli anni Ottanta

SAPORE+DI+TESapore di mare è stato un film cult degli anni Ottanta. Era la storia di un gruppo di amici che negli anni Sessanta facevano una vacanza al mare a Forte dei Marmi, c’era chi si innamorava e chi si lasciava, e chi semplicemente si divertiva. Il successo è stato tale che negli anni più volte i Vanzina si sono sentiti chiedere “perché non ne fate un seguito?”. Ecco perché il 9 gennaio esce Sapore di te, seguito ideale di Sapore di mare, diffuso in 400 copie.

TRENT’ANNI DOPO. “Per anni abbiamo ricevuto lettere di ragazzi che chiedevano un seguito ma abbiamo aspettato trent’anni perché non avevamo intenzione di sfruttare semplicemente il successo di un film che ha cambiato radicalmente le nostre vite”, ha spiegato a Repubblica Carlo Vanzina. “Oggi, che viviamo un’epoca cupa e piuttosto grigia, ci è venuta voglia di raccontare un’epoca in cui l’ottimismo e il sentimento prevalevano su tutto”. Questa volta il film è ambientato negli anni Ottanta, che a detta di Enrico Vanzina, godono da sempre di una brutta fama. “Eppure sono stati importanti per la musica, il cinema e anche la storia dell’Europa visto che alla fine del decennio c’è stata la caduta del muro di Berlino. Noi volevamo raccontare un’atmosfera, un mood. Abbiamo anche parlato della situazione politica del nostro paese accennando agli arresti, alla corruzione, al clientelismo, ai dirigenti socialisti che andavano a ballare, senza però calcare”, ha concluso. Quello che vorrebbero riproporre al grande pubblico anche in questa nuova commedia.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

A Milano settembre è il mese più bello. Anche per pedalare. Il 17 mattina l’hanno pensato in tanti, circa 1.800, schierati alla partenza della prima edizione della GF Milano. Dopo una notte di pioggia, infatti, lo sguardo poteva abbracciare verso nord il profilo innevato delle montagne, nella direzione che avrebbe preso la corsa. Due le […]

L'articolo GF Milano, in gara dalla città al cuore della Brianza proviene da RED Live.

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana