Google+

Sandy, il bilancio sale. Sono 48 i morti in 6 Stati

ottobre 30, 2012 Redazione

Le ore passano e la conta si fa sempre più alta: i morti accertati sono 48, ma è una cifra ancora «destinata a salire». Otto milioni di abitazioni sono senza corrente. Situazione drammatica nella Grande Mela.

Le ore passano, e la conta dei danni causati dal passaggio dell’uragano Sandy si fa sempre più corposa. L’East Coast degli Stati Uniti scopre le ferite di questa sciagura naturale, e lo fa al buio, per l’assenza di energia elettrica che ha colpito più di 8 milioni di abitazioni e uffici in tre stati. La conta delle persone decedute si era fermata a 16, ma era un numero destinato a salire: il sindaco di New York, Michael Bloomberg, parla di almeno 18 vittime in città, di cui solo una è conteggiata nel bilancio provvisorio. Le ultime notizie parlano così di 48 deceduti, in 6 Stati diversi. È proprio nella “Grande Mela” che si registra una delle situazioni più drammatiche: il primo cittadino ha spiegato che serviranno almeno 3-4 giorni per tornare alla normalità. Le metropolitane, allagate in sette gallerie, rimarranno chiuse ancora per diverse ore, mentre sono stati riaperti i ponti di Manhattan, Williamsburg e Brooklyn. Resterà ancora chiusa invece Wall Street, non succedeva per calamità naturale dal 1888. A Blattery Park l’acqua ha superato i quattro metri di altezza, e nelle vie della city si spengono gli incendi che l’uragano ha provocato. Inoltre, nel centro della città è stato anche evacuato il complesso ospedaliero della New York City University: più di 200 pazienti hanno dovuto lasciare la struttura, andata in tilt per un black-out, spostando i malati più gravi in altri ospedali. Grande lavoro è stato fatto dai medici e dagli infermieri, che hanno trasportato dalle scale lettini e barelle: ovviamente gli ascensori erano bloccati.

STATO DI CALAMITÀ. Nel frattempo Barack Obama ha cancellato, per il terzo giorno di fila, gli impegni di campagna elettorale per rimanere a Washington e seguire l’evolversi della situazione: il presidente degli Usa ha dichiarato lo “stato di calamità” negli stati di New York, New Jersey e Long Island, misura che permette di sbloccare i fondi federali per individui colpiti da disastro.

DALLA PIOGGIA ALLA NEVE. Scendendo poi verso sud lungo la costa, Sandy è stato declassato da uragano a ciclone post-tropicale. Ma non ha perso tanta potenza, e alla sera ha colpito Atlantic City: venti a 130 chilometri orari e onde altre quattro metri hanno devastato la città, allagata per il 70-80%. Più “Frankenstorm” avanzava verso l’interno del continente più perdeva di forza, e alla pioggia fitta subentrava la neve. Tempeste di neve sono state registrate su Tennessee e North Carolina, fino a 90 centimetri di coltre bianca hanno coperto il West Virginia.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download