Google+

Salafiti: «Come insegna l’islam, bisogna distruggere le piramidi e la Sfinge». Allarme in Egitto

novembre 13, 2012 Leone Grotti

È quanto affermato dal salafita e jihadista Murgan Salem al-Gohary. Il governo ha preso molto seriamente le minacce, soprattutto perché le Piramidi e la Sfinge sono la principale fonte di attrazione turistica.

La Sfinge e le piramidi di Giza vanno distrutte, proprio come le statue di Buddha in Afghanistan. È quanto affermato dal salafita Murgan Salem al-Gohary durante un’intervista televisiva sul canale egiziano Dream 2: «I musulmani devono seguire gli insegnamenti dell’islam, compresi quelli che richiedono di eliminare gli idoli, come le statue di Buddha in Afghanistan».

JIHADISTA DI LUNGO CORSO. Gohary ha 50 anni, è un famoso jihadista condannato due volte sotto il regime di Hosni Mubarak. Scappato dall’Egitto in Afghanistan dove si è unito ai talebani, nel 2007 è stato riconsegnato all’Egitto dalla Siria ed è uscito di prigione poco dopo la rivoluzione del 2011. Adel Abdel Razek, Unione camere di turismo egiziana, ha affermato: «Queste dichiarazioni hanno un impatto estremamente negativo sul turismo in Egitto, sono state riprese da diversi media stranieri e rappresentano un passo indietro».

MINACCE CREDIBILI. Secondo fonti del ministro degli Interni, come riporta il quotidiano Asharq al-Awsat, il governo sta prendendo molto seriamente le minacce, soprattutto perché le Piramidi e la Sfinge oltre a rappresentare un patrimonio artistico inestimabile, sono anche la principale fonte di attrazione turistica dell’Egitto, già in forte crisi economica. Gli islamisti non sarebbero poi nuovi ad azioni di questo tipo: oltre alla distruzione delle statue di Buddha in Afghanistan, sono stati distrutti santuari sacri ai Sufi a Tripoli, in Libia, e a Timbuctu.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Voglio una sedia a sdraio sotto un ombrellone. Con quattro ruote, capace di portare due contadini e le loro mercanzie nel massimo della sicurezza e del comfort. Deve costare poco ed essere riparabile coi ferri con cui si aggiusta il trattore. Deve consumare non più di quattro litri per cento chilometri, essere facile da guidare […]

L'articolo Citroën 2CV Soleil, viaggio nel tempo proviene da RED Live.

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.