Google+

Così la relazione antimafia di Pisanu umilia i veri eroi della guerra ai clan

gennaio 26, 2013 Alfredo Mantovano

Il documento della Commissione antimafia sulla trattativa Stato-Cosa nostra salva Scalfaro e Ciampi e infanga Mori e il Capitano Ultimo

La relazione della Commissione antimafia sulla cosiddetta trattativa, approvata a legislatura più che scaduta, può così sintetizzarsi: se trattativa c’è stata, essa è avvenuta “all’insaputa” delle più alte cariche dello Stato di vent’anni fa. La ragione? Scalfaro, Amato e Ciampi – così si legge nel documento, redatto dal presidente Pisanu – hanno negato di averne sentito parlare, e la loro parola non può essere messa in dubbio. Sic! L’unico dato obiettivo su cui sarebbe stato interessante capire di più – la mancata proroga, alla fine del 1993, del regime di carcere duro per 334 mafiosi, di cui 23 di elevato spessore criminale – non trova spiegazione né nelle parole del ministro della Giustizia dell’epoca, Giovanni Conso, che pure aveva firmato i provvedimenti, né nelle dichiarazioni di Mancino, né in altri atti a disposizione della Commissione.

UN ERRORE POLITICO. Chi viene messo all’indice sono quei carabinieri che all’epoca avevano fatto conseguire allo Stato successi certi nel contrasto a Cosa nostra: Subranni, Mori, Ultimo. Con verbi al condizionale e con largo uso di avverbi come “forse”, la relazione ipotizza la “regia occulta” di Provenzano dietro l’arresto di Riina, e un negoziato alla base dei contatti che gli ufficiali del Ros ebbero con l’ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino. Il tutto senza che in Commissione Mori o De Donno abbiano mai avuto la possibilità di interloquire. Quando a Palermo le accuse di Ingroia naufragheranno, qualcuno dovrà restituire l’onore a chi, per catturare i latitanti e i capi di Cosa nostra, teneva contatti a rischio: certo, con esponenti mafiosi; chi altri avrebbe potuto fornire informazioni? Scambiare questa necessaria e ovvia attività di indagine per “trattativa” è stato fino a qualche giorno fa un grave errore giudiziario. Con la relazione dell’Antimafia è diventato anche un errore politico.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi