Google+

Russi e bielorussi:Un matrimonio Poco conveniente

maggio 12, 1999 Cwalinski Vladek

dal mondo

Che cosa pensano i russi dell’unione politica e militare fra Russia e Bielorussia attualmente in gestazione? Se l’opinione prevalente coincide con quella che esprime la Izvestija, non si può parlare di vero entusiasmo. Il quotidiano russo definisce “storico” il recente incontro fra il presidente Eltsin e il suo omologo bielorusso Lukashenko, perché “per la prima volta nei tre anni trascorsi dalla firma dei primi documenti relativi all’unione fra Russia e Bielorussia nella primavera 1996, è apparso un motivo reale per questa unione ipotetica. Tale motivo è la contrapposizione politico-militare alla Nato. L’unione è assai vantaggiosa per Minsk, politicamente isolata dall’Occidente per propria volontà”. Ma dopo la presa d’atto, comincia subito l’ironia: “E’ evidente -scrive Izvestija- che se si parla di contrapposizione politico-militare all’Occidente, la questione dell’opportunità economica dell’unione passa in secondo piano. Ciò significa che attirare l’attenzione sui costi che la Russia si dovrà accollare per il suo rapporto speciale con la Bielorussia appare in qualche modo immorale”.

Rispetto alle motivazioni politico-militari, “le prospettive economiche dell’integrazione slava appaiono notevolmente più nebulose. I bielorussi hanno chiesto a Mosca la fornitura di gas agli stessi prezzi del mercato interno. All’inizio di aprile si è raggiunto un compromesso: la Russia venderà il gas alla Bielorussia a un prezzo che è una volta e mezzo quello del suo mercato interno, ma quasi due volte meno caro che agli altri paesi della Csi”. Morale della storia: “La Russia obiettivamente non ha i soldi per una stretta integrazione con la Bielorussia. E se inizierà a formarsi attivamente un’allenza orientale-slava, il governo russo dovrà pagare i rapporti speciali con la Bielorussia e altri con le proprie risorse”.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Le righe, si sa, rubano la scena a qualsiasi altro indumento del guardaroba e non tutti se le possono permettere. Ciò che ha fatto Rapha con questa fantasia, protagonista della nuova collezione Cross, è stato scegliere un accostamento di tonalità elegante e, soprattutto, ispirato all’abbigliamento indossato da Jeremy Powers (Rapha-Focus Team) alla conquista del titolo di campione nazionale […]

L'articolo Rapha presenta la nuova collezione Cross proviene da RED Live.

F1 2017 è un generatore virtuale di adrenalina. Un racing game emozionante e coinvolgente, completamente personalizzabile in base alle proprie esigenze. Il nuovo gioco di Codemasters affina la buona ricetta del 2016 e (ri)propone un solidissimo “simcade”, ovvero un efficace ibrido tra simulazione impietosa e arcade permissivo, immediato e profondo. Il risultato? Senza controllo di trazione […]

L'articolo F1 2017 è pura adrenalina virtuale proviene da RED Live.

Con il nuovo Peugeot Belville, la Casa del Leone s’inserisce in uno dei mercati più floridi in assoluto: quello degli scooter piccoli a ruota alta. È disponibile in due cilindrate (125 e 200) con prezzi a partire da 2.950 euro

L'articolo Prova Peugeot Belville proviene da RED Live.

Che Kia sia un’azienda coreana Doc è assodato ma è altresì vero che il suo quartier generale europeo si trova ad appena 500 metri dall’entrata del Salone di Francoforte. E’ quindi normale che Kia viva la kermesse tedesca in modo speciale, come la fiera di casa, quella in cui sfruttare il fattore campo favorevole per […]

L'articolo Kia Proceed Concept: il futuro passa da qui proviene da RED Live.

Tucano Urbano gioca d’anticipo su EICMA e presenta ora la collezione autunno/inverno 2017/2018. Per chi viaggia in moto 365 giorni all’anno.

L'articolo Tucano Urbano collezione autunno/inverno 2017/2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana