Google+

È un Royal Baby o un selfie?

gennaio 25, 2015 Emanuele Boffi

Il libro di Ferrara è la ricerca di un’anomalia che ci salvi dalla noia di un establishment italiano di mezza tacca, popolato di tanti re tentenna e nessun imperatore cannibale

royal-babyIo Giuliano Ferrara lo capisco. Il suo Royal baby, ancor prima che un ritratto di Matteo Renzi, è la confessione di un’anima bulimica che proietta un proprio desiderio su qualcosa che è solo in nuce ma non in sostanza. È la ricerca di un’anomalia che ci salvi dalla noia di un establishment italiano di mezza tacca, popolato di tanti re tentenna con facce da digiunatori e nessun imperatore cannibale.

Io Giuliano Ferrara lo capisco e godo a leggere un saggio che procede con lo stile del miglior barocco, trovando il modo di scrivere, non una ma due volte, la parola “buggeratura” (c’è di meglio per chi cerchi su carta un guizzo che ci preservi dalle fisime linguistiche del giornalisticamente corretto?).

Per cui io capisco Giuliano Ferrara che vede in Renzi (e vi trova, anche nei limiti) lo stesso fuoco nella pancia che era in quell’altro imperatore pazzo, l’ex Cavaliere a cui dobbiamo non diciamo la “rivoluzione liberale” (dai, su), ma almeno la divertente e spiazzante opposizione ai gufi e ai rosiconi, ai piagnoni e ai corrivi, ai noiosi e ai morti di sonno.

È bello seguire Ferrara che come Agamennone va alla pugna coi soliti noti e le lingue di legno anche se, a differenza sua, conservo qualche dubbio che il baby imperatore – guerriero senza scrupoli quando c’è stato da ingannare tutti con #enricostaisereno – oggi sia altrettanto capace di twittare #lettoredirepubblicastaitranquillo. Questione di sensazioni, e del credito al buio che si è disposti a concedere al putto fiorentino, come lo chiama lui. Forse è solo questione di tempo e forse serve ancora qualche indizio per capire se ha la pelle grossa. Speriamo.

Per ora quel che si vede è un selfie, col bel faccione di Matteo in primo e unico piano. Per ora c’è solo quello.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

“Voglio una sedia a sdraio sotto un ombrellone. Con quattro ruote, capace di portare due contadini e le loro mercanzie nel massimo della sicurezza e del comfort. Deve costare poco ed essere riparabile coi ferri con cui si aggiusta il trattore. Deve consumare non più di quattro litri per cento chilometri, essere facile da guidare […]

L'articolo Citroën 2CV Soleil, viaggio nel tempo proviene da RED Live.

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.