Google+

Rooney, inseminatore seriale di «single, lesbiche e coppie» che potrebbe essere padre di 55 figli. «Sono altruista»

febbraio 25, 2015 Leone Grotti

L’uomo inglese di 42 anni ha creato una pagina Facebook dalla quale accetta richieste per donare «gratuitamente» il suo sperma «attraverso inseminazione artificiale o naturale»

declan-rooney-donazione-sperma-fecondazione-inseminazioneSi chiama Declan Rooney, ha 42 anni ed è uno degli uomini più «altruisti» del mondo. O così almeno si definisce lui, quando si vanta al Mirror affermando che potrebbe essere padre di circa 55 bambini. Il condizionale è d’obbligo, perché quando c’è di mezzo la fecondazione non si sa mai.
Rooney ha avuto sei figli da tre donne diverse e fin qui il conto è semplice. Poi però ha donato lo sperma a 32 donne, che sono attualmente incinte, e altre 15 a cui l’ha offerto stanno aspettando i risultati del test di gravidanza. Due donne che hanno beneficiato del suo “dono”, infine, hanno già partorito. In totale farebbero 55 bambini: niente male per un solo uomo.

INSEMINAZIONE “NATURALE”. Quando parla della sua attività, Rooney si fa dolce e zuccheroso come il miele: «Mi piace aiutare le altre persone. Avete mai provato a cambiare in meglio la vita di qualcuno?». All’inglese di Middlesborough sicuramente piace anche qualcos’altro, visto che sulla pagina Facebook aperta l’anno scorso per offrire i suoi “servizi” specifica di «voler aiutare sia attraverso l’inseminazione artificiale sia attraverso quella naturale, senza alcuna precondizione».
Il benefattore specifica di essere disponibile per «donne single, lesbiche e coppie che “vogliono disperatamente un bambino”». E che cosa chiede in cambio? Niente, «tranne le spese», perché le sue ragioni sono dettate esclusivamente «dall’altruismo. Quando le prime due donne mi hanno detto di aver partorito, ero davvero contento per le madri. Mi piace incontrare nuove persone, ascoltare le loro storie e risolvere i problemi. Io sono discretamente altruista e non faccio niente di illegale».

MASSIMO 10 DONAZIONI. Donare lo sperma non è illegale, fino a quando non ci si fa pagare per il servizio. Casi di offerte “gratuite”, che poi non si sono rivelate tali, non sono nuovi in Inghilterra ma Rooney dice di non rientrare tra questi. Il Sistema sanitario nazionale, che paga i donatori, non consente a una stessa persona di fornire lo sperma per più di dieci donne. Il motivo è semplice: dal momento che il donatore è anonimo, i figli, non conoscendo il padre, potrebbero incontrarsi a vicenda e unirsi tra fratelli, con tutti i problemi genetici che ne conseguono.
Rooney, essendo un donatore privato, non ufficiale, se ne infischia del limite prescritto. Ma nel suo caso i rischi aumentano ancora di più, visto che sulla sua pagina Facebook, Upton North, specifica di aiutare solo donne che si trovano nel raggio di 50 miglia da casa sua. Il caso che i suoi 55 figli si incontrino prima o poi vivendo nel raggio di 50 miglia non è così remoto. Ma secondo lui questo non è un vero problema, perché «l’evoluzione garantisce che noi non possiamo essere attratti dalle persone con i nostri stessi geni».

UN BEL RISPARMIO. Rooney non è un esperto darwinista ma la teoria gioca sicuramente a suo favore. Se ha già ricevuto cinquemila email poi è perché, anche se si facesse pagare sotto banco, i suoi servigi sarebbero comunque più economici di quelli in circolazione: un ciclo di fecondazione in una clinica privata inglese, infatti, costa circa 1.400 euro. Fare tutto in casa è un bel risparmio.
Ovviamente ci sono possibili inconvenienti: il donatore non ha diritti sul nascituro se tutto si svolge in una clinica convenzionata e riconosciuta. Altrimenti, il donatore può pretendere di farsi riconoscere come padre e chi ha ricevuto lo sperma in dono può pretendere che il padre biologico contribuisca al mantenimento del bambino. Ma questo non può succedere nel caso di Rooney, perché lui fa tutto per «altruismo». La cosa più incredibile è che anche l’attuale compagna di Rooney lo sostenga e sia fiera di lui e del suo «altruismo», persino quando si dedica all’inseminazione “naturale” delle altre donne.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

5 Commenti

  1. angela says:

    SIamo andati a vomitare, ma torniamo subito.

  2. Jens says:

    Questa non la capisco. Ma se una di quelle che vuole avere un figlio e non ce la fa è un po’ bona, perché sto tipo qua si limita a donare lo sperma, invece di andarla a trovare e fare il resto?
    Verrebbe pure pagato per il servizio…
    Eh sì, una volta c’era exterminator, poi è arrivato Herminator (Hermann Mayer), infine inseminator. Ah no, quello esisteva già: andate a vedere cosa non ha combinato l’ex calciatore del Perugia Ivàn Kaviedes…

  3. Alberto says:

    Ma sarà quello che ha inseminato la Nannini?

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.