Google+

Robin Hood non rubava ai ricchi per dare ai poveri, ma era un semplice soldato

marzo 12, 2013 Elisabetta Longo

Secondo recenti studi il celbre arciere non sarebbe altro che un soldato che combatteva contro i francesi. Per altri un combattente gallese o un conte caduto in disgrazia

Robin Hood è forse una delle figure leggendarie della storia inglese. Difensore dei deboli per antonomasia, ladro senza scrupoli ma solo per donare ai poveri, rubacuori di donzelle, sapiente arciere. Difficile parlare male di uno così, ma il mistero sul quale fosse la sua reale identità continua.

SOLDATO O EROE? La leggenda vuole che operasse nella zona di Nottingham, precisamente nella foresta di Sherwood, ma oggi lo storico Sean McGlynn dà una sua interpretazione che poco ha a che fare con la bontà d’animo. Pare che il benefattore altro non fosse che William di Kensham, un guerrigliero che conduceva le truppe inglesi contro le forze francesi del principe Luigi, che cercò di invadere l’Inghilterra nel 1216. Secondo lo storico William guidava un gruppo di arcieri che, per ben 18 mesi, fronteggiarono l’assalto dei nemici. Si trattava quindi di «un combattente e un fuorilegge nei confronti del nuovo dominio che si stava instaurando». E operava a a Nottingham perché quartier generale dell’esercito inglese.

IPOTESI E FILM. Nel 2006 un altro storico, Stephen Lawhead, aveva stabilito che Robin non fosse un paladino della libertà, ma un combattente gallese che si batteva per l’indipendenza della sua terra, e che non avesse mai messo piede a Nottingham. Molti credono che fosse il conte di Loxley che, privato delle sue terre e ridotto in povertà, lottasse alla ricerca di un riscatto.
Il cinema non ha mai aspettato la storia e ha continuato in questi anni a dedicare numerose pellicole al celebre eroe. Tante infatti sono state le sue interpretazioni, dal celebre film con Kevin Costner, alla versione commedia “Robin Hood, un eroe in calzamaglia”, all’ultima con Russel Crowe agguerrito protagonista. Ora arriva in tv “Arrow”, una serie in cui il supereroe al centro usa arco e frecce per ripulire le strade di un’ipotetica cittadina criminale.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. ragnar scrive:

    18216? cos’è? l’anno in cui arriveranno i Maya Galattici profetizzati da Giacobbo?

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana