Google+

Riportiamo Sofia Serraboni a casa

gennaio 14, 2013 Marco Margrita

Appello per aiutare una ragazza a tornare in Italia dopo un malore che la costringe nell’ospedale di Las Palmas. La famiglia non ha la disponibilità economica per pagare il rimpatrio aereo sanitario

Non è per nulla “choosy”, Sofia. Ama viaggiare e fotografare comunicando la capacità di indagare e stupirsi. Ha fame di vita e voglia di essere protagonista, come sempre si dovrebbe a 24 anni. Così, dopo diverse esperienze in giro per il mondo come animatrice nei villaggi turistici, accoglie al volo l’opportunità l’offerta di lavoro di un’agenzia che le propone di fare la fotografa nei villaggi turistici a Lanzarote, l’isola più nord-orientale dell’arcipelago delle Canarie. Con il suo bagaglio di entusiasmo, parte da Giaveno (TO) verso le isole spagnole dell’Atlantico.

Fin qui potrebbe essere la storia, c’è ne sono tante di chi non si rassegna alla crisi e prendendo sul serio la propria passione cerca di costruirsi un futuro. A volte, però, non tutto può chiudersi con un “e visse felice e contenta”. Le prove che misteriosamente sono chieste a volte sono più grandi.

Così accade che il giorno di Natale, mentre è al lavoro, perde i sensi e sviene. Le sue condizioni appaiono subito molto gravi. Ora Sofia Serraboni aspetta in un letto dell’ospedale di Las Palmas (a Gran Canaria) di rientrare in Italia. Occorre un “volo protetto”. Per concretizzare questa possibilità si è mossa l’intera comunità, mentre su altri canali si cerca di sensibilizzare il ministero degli Esteri perché attivi un volo militare gratuito, come in altri casi.

Se ciò non avvenisse occorrerebbero almeno 20 mila euro per riportare in Italia la giovane. La sua famiglia non ha la disponibilità economica per pagare quanto è necessario per il rimpatrio aereo sanitario, rimpatrio tanto più urgente in considerazione delle condizioni generali della ragazza. La tac ha infatti evidenziato la presenza di una massa accanto al cervello e c’è dunque la necessità urgente di un intervento chirurgico, che in patria potrebbe essere effettuato in tempi brevissimi.

L’impegno è stato ampio, in prima fila l’amministrazione comunale. Ci si è generosamente mobilitati per aiutare mamma Katia (che dal giorno dopo Natale è a Las Palmas per accudire la figlia) ma la somma sinora raccolta è ancora insufficiente per il rimpatrio e per le cure. E, sul fronte ministeriale e diplomatico, non ci sono arrivano segnali.

Per informazioni la pagina di Facebook: Riportiamo Sofia Serraboni a casa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.