Google+

Ripeto: quello “svuotacarceri” non svuota proprio nulla e rimanda in libertà i detenuti sbagliati. Fermatelo

gennaio 26, 2014 Alfredo Mantovano

Non alleggerirà il sovraffollamento delle celle, metterà a rischio la sicurezza di tutti, costerà all’Erario molto più che costruire nuove prigioni

Fermatevi, per carità! Il Parlamento sta per convertire in legge un decreto voluto dal governo con l’intento di alleggerire la situazione nelle carceri: non produrrà benefici negli istituti di pena, renderà ancora più precaria la sicurezza di tutti, costerà all’Erario molto più di quanto è necessario per costruire nuove carceri o assumere nuovi agenti.

Torniamo a parlarne, a distanza di 15 giorni, perché i danni che esso provocherà sembrano evidenti a chiunque, tranne a chi lo sta votando. Il decreto affronta il sovraffollamento non impedendo inutili e spesso ingiuste detenzioni cautelari, né intensificando i trasferimenti degli stranieri nei paesi di origine, e nemmeno assumendo personale per utilizzare i nuovi posti disponibili realizzati negli anni passati. Le vere cause dell’eccesso di popolazione penitenziaria sono ignorate.

La scelta operata è di rinunciare a una parte significativa della esecuzione della pena inflitta ai condannati in via definitiva che hanno ricevuto le sanzioni più elevate; dilatando a dismisura, come fa il decreto, le maglie della liberazione anticipata, si favoriscono i soggetti più pericolosi, a cominciare dai mafiosi. Che peraltro sono coloro che meno soffrono il sovraffollamento: le celle del 41 bis o dei circuiti speciali non hanno più di due-tre letti ciascuna.

L’incapacità di fronteggiare una questione grave con una adeguata azione di governo si traduce in un indulto a regime e senza eccezioni: quando, a breve, coloro che passeranno dal carcere duro alla libertà riprenderanno a fare quello di cui sono capaci, cioè i mafiosi, qualcuno si esibirà in discorsi roboanti, del tipo “lo Stato non abbassa la guardia”. Se questo “qualcuno” siede in Parlamento o al Consiglio dei ministri, chiedetegli l’alibi: dov’era e cosa faceva quando questo decreto è stato approvato?

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Antonio says:

    non esistono detenuti giusti e sbagliati (tranne ovviamente gli errori giudiziari). La pena deve essere scontata per intero. Questa follia di concedere regali e sconti alla feccia è un regalo alla delinquenza, che ne ride del buonismo.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi