Google+

Rimsha, la cristiana che ha rischiato la vita in Pakistan per false accuse di blasfemia, è al sicuro in Canada

luglio 1, 2013 Leone Grotti

Accusata di aver bruciato pagine del Corano, è stata assolta a gennaio. Da aprile vive al sicuro in Canada. Non era mai successo prima che un cristiano accusato di blasfemia in Pakistan fosse assolto.

Rimsha Masih si è trasferita in forma definitiva con la sua famiglia in Canada, dopo mesi passati in una località nascosta per evitare vendette islamiste. La giovane cristiana pakistana, accusata di blasfemia ad agosto e prosciolta dalle accuse a novembre, ha trovato asilo come perseguitata in terra straniera. Non era mai successo prima che un cristiano accusato di blasfemia in Pakistan venisse assolto.

«LAVORO PERICOLOSO E COMPLICATO». Il ministro dell’immigrazione canadese Jason Kenney ha dichiarato di aver seguito il caso fin dal principio e di aver dato parere favorevole al suo trasferimento in Canada a gennaio. «Molte persone hanno svolto un lavoro pericoloso e complicato per permettere a lei e alla sua famiglia di uscire dal Pakistan senza pericolo», ha detto. La famiglia di Rimsha è arrivata a Toronto in aprile ma sulla sua vicenda è stato mantenuto il segreto fino ad ora per ragioni di sicurezza.

PRIMA VOLTA. Rimsha, ragazzina leggermente ritardata di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, era stata accusata di aver bruciato pagine del Corano. Dopo la scoperta che il suo accusatore aveva falsificato le prove contro di lei, era stata dichiarata innocente e definitivamente assolta a gennaio dalla Corte suprema del Pakistan.

BLASFEMIA IN PAKISTAN. Attualmente in Pakistan 16 persone si trovano nel braccio della morte per blasfemia, accusa che prevede dure condanne fino alla pena di morte, in attesa di esecuzione, e altri 20 imputati stanno scontando l’ergastolo. Tanti altri ancora, come Asia Bibi (scarica qui il taz&bao con l’appello in sua difesa), sono in attesa di processo o hanno fatto appello dopo una condanna in primo grado. Secondo le statistiche, nel 95 per cento dei casi le accuse di blasfemia sono false e strumentalizzate per scopi economici o per eliminare il proprio avversario.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana