Google+

Riforma Senato, esame in Aula lunedì

luglio 10, 2014 Chiara Rizzo

Il nodo degli “scontri” è sull’eleggibilità dei nuovi senatori delle autonomie. Pd e Fi sono d’accordo, M5S e Sel si oppongono e Ncd e Lega esprimono perplessità. Calderoli: «Il testo così com’è non va, se ne discuterà in Aula»

Il ministro Boschi con i relatori del ddl costituzionale in Senato, Calderoli (Lega) e Finocchiaro (Pd)

Il nodo sull’eleggibilità dei senatori nel nuovo Senato delle autonomie mette uno stop al percorso della riforma: l’articolo numero 2 del disegno di legge costituzionale presentato dal ministro per i Rapporti con il parlamento Maria Elena Boschi prevedeva nelle intenzioni dell’esecutivo un senato non elettivo, ma composto da sindaci e presidenti di Regione o di province autonome, e il governo vorrebbe che fosse approvato entro oggi in commissione Riforme costituzionali a Palazzo Madama, per poi andare all’esame dell’Aula. Ma Nuovo centro destra e Lega esprimono perplessità, mentre continua l’opposizione netta di Movimento 5 stelle e Sel.

CALDEROLI: «COSI NON VA. LUNEDI SE NE DISCUTE IN AULA». Boschi ha assicurato: «Il voto sull’articolo 2, che riguarda la composizione del Senato, si voterà già oggi in commissione, poi sarà ripreso in aula». Attualmente il testo dell’articolo è quello dell’emendamento dalla relatrice Anna Finocchiaro (Pd) e prevede un’attribuzione dei seggi in modo proporzionale, tenendo conto della popolazione e della composizione dei consigli regionali. Forza Italia è d’accordo con il Pd su questo testo, ma Roberto Calderoli (Lega), correlatore della riforma, oggi ha spiegato: «Così non va, non c’è accordo. A questo punto andiamo in Aula lunedì e lì scioglieremo i nodi». Calderoli ha spiegato ai giornalisti che il testo «così com’è significa che si sa già in partenza quanti senatori spettano a ciascun gruppo, e che quindi il voto dei consiglieri regionali perde di peso. Se aggiungiamo che la norma transitoria stabilisce che i senatori verranno eletti dai consigli regionali sulla base di listini bloccati, capiamo che i futuri senatori li sceglieranno i capigruppo e non verranno eletti dai consiglieri regionali. Questo testo in Commissione non ha la maggioranza e non passa. Per questo dico che si andrà in Aula e lì si scioglieranno i nodi». Calderoli, che è correlatore del testo e degli emendamenti prodotti in commissione, insieme a Finocchiaro, ha infatti ritirato la propria firma dal testo dell’articolo 2.

LO SLITTAMENTO DEL VOTO IN COMMISSIONE. La commissione Affari costituzionali, contrariamente ai programmi iniziali, ha sospeso i lavori e li ha ripresi a partire dalle 15. Il voto in commissione è quindi slittato alle 17.30, con la conseguenza che il testo arriverà in Aula solo lunedì mattina.

ROMANI (FI): «STIAMO ASCOLTANDO FAVOLE». È stato molto critico sul rallentamento dei lavori anche Paolo Romani, capogruppo di Fi in Senato: «L’ostruzionismo del Movimento 5 Stelle e di Sel sta rallentando i lavori. Stiamo ascoltando favole di Andersen e altre amenità. I lavori procedono molto lentamente».

GRILLO: «PATTO NAZARENO SALVACONDOTTO PER B.». Polemico l’attacco di Beppe Grillo dal suo blog: «Il Patto del Nazareno è un salvancondotto per il culo di Berlusconi, che in cambio garantisce il suo appoggio al governo e al disegno controriformista di Napolitano».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download