Google+

Riforma del Senato, sì all’immunità parlamentari

luglio 1, 2014 Chiara Rizzo

In commissione Affari costituzionali è stato votato l’emendamento che ripristina l’autorizzazione all’arresto e alle intercettazioni anche per i futuri senatori. Sì da maggioranza, Fi e Lega. No da Sel e da M5S

Continua in commissione Affari costituzionali l’esame di emendamenti e subemendamenti alla riforma che introduce il Senato delle autonomie, non elettivo, e abolisce di fatto il bicameralismo perfetto: il testo è atteso in aula a Palazzo Madama per il voto giovedì 3 luglio. Oggi la commissione, con una maggioranza trasversale formata da Pd, Ncd e Sc ma anche da Forza Italia e Lega, ha votato favorevolmente l’emendamento a firma Calderoli-Finocchiaro per l’immunità parlamentare anche ai nuovi senatori delle autonomie.

GOVERNO FAVOREVOLE. Il voto ha visto contrari dunque solo Movimento 5 stelle, ex grillini e Sel. Con questo emendamento i due relatori della legge al Senato, Anna Finocchiaro e Roberto Calderoli, propongono di annullare la parte della legge proposta inizialmente dal governo che abrogava l’autorizzazione all’arresto e alle intercettazioni dei futuri senatori. L’emendamento passato in commissione, invece, ripristinerebbe l’attuale articolo 68 della Costituzione che appunto prevede le “immunità parlamentari”. Attraverso il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi il governo «ha dato parere favorevole» a quest’emendamento votato.

SENATO ELETTIVO. Ora resta ancora aperto il nodo sull’eleggibilità o meno dei futuri senatori, con un emendamento presentato dalla minoranza dem che va in direzione contraria alla linea della maggioranza e dell’esecutivo: è l’emendamento Chiti-Mauro, che vedrebbe il voto favorevole di 36 senatori. Oggi anche il senatore Antonio Azzolini di Ncd ha annunciato di aver presentato un proprio emendamento per un senato elettivo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi