Google+

Ricercatori italiani razza in estinzione

luglio 19, 2001 Tempi

Sul n. 20 di Tempi nel maggio scorso avevamo lanciato l’allarme sul declino della ricerca scientifica

Sul n. 20 di Tempi nel maggio scorso avevamo lanciato l’allarme sul declino della ricerca scientifica – fattore cruciale di competitività nell’economia moderna- in Italia: avevamo segnalato che fra il 1985 e il 1998 gli investimenti italiani in questo settore, pubblici e privati insieme, erano diminuti del 10 per cento in rapporto al Pil. Non solo: l’Italia era scesa al quart’ultimo posto della relativa classifica Ue, davanti soltanto a Spagna, Portogallo e Grecia e sorpassata dall’Irlanda. E con un segnale negativo particolarmente allarmante: degli ultimi cinque paesi della classifica Ue l’Italia era l’unico in cui la spesa per la ricerca era diminuita anziché aumentare nell’arco di tempo considerato. Dati così preoccupanti facevano presagire nuovi record negativi, e così infatti è stato: il 26 giugno scorso il commissario europeo responsabile per la ricerca scientifica Philippe Busquin ha presentato una batteria di indicatori che inchiodano l’Italia all’ultimo posto di una classifica particolarmente importante, quella del tasso di crescita del numero dei ricercatori scientifici. Il nostro paese registra un misero più 0,34 per cento all’anno negli ultimi sei anni, contro la stratosferica crescita dei ricercatori irlandesi (16,5 per cento all’anno) e finlandesi (12,7 per cento circa). Il tasso di crescita italiano è circa nove volte più basso di quello medio della Ue, che pure è molto più basso (2,89 per cento) di quello dei paesi leader. In effetti tutti i grandi paesi europei (Francia, Germania e Regno Unito, più il Giappone) presentano tassi inferiori alla media europea, ma non così bassi come quello italiano. I paesi coi tassi più alti sono di taglia medio-piccola dal punto di vista demografico e sono quelli che hanno puntato sullo sviluppo del settore Ict, Information and communication technologies (l’Irlanda specializzata nelle componenti per computer e la Finlandia patria di Nokia). In assenza di una sterzata, l’Italia appare destinata ad essere tagliata fuori dai settori più dinamici della crescita economica nei prossimi anni.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Una Chevrolet così potente non la si era mai vista. Del resto, mai una Corvette di serie si era spinta tanto in là. La nuova ZR1 promette di scrivere un inedito capitolo della storia della Casa americana. Attesa sul mercato dalla primavera del 2018, la sportiva a stelle e strisce vede il V8 6.2 sovralimentato […]

L'articolo Chevrolet Corvette ZR1 2018: lo show dei record proviene da RED Live.

Il Ciclocross moderno ha poco a che vedere con ciò a cui eravamo abituati: percorsi più tecnici e veloci hanno portato a un cambiamento nelle attitudini dei biker, che devono essere assecondate da biciclette altrettanto evolute. Canyon ha progettato la nuova Inflite CF SLX con in mente proprio queste rinnovate esigenze e l’ha dotata di […]

L'articolo Canyon Inflite CF SLX proviene da RED Live.

Anche se ottima ventilazione, aerazione, visiera amovibile e comfort sono aspetti molto importanti in un casco da bici, la differenza reale la fa la capacità di proteggere… Bontrager ha scelto di affidare la nostra sicurezza alle mani, o meglio, alla tecnologia di MIPS, dotando il nuovo Quantum del MIPS Brain Protection System, che a oggi rappresenta […]

L'articolo Bontrager Quantum MIPS, nuova sicurezza proviene da RED Live.

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download