Google+

Renzi perde e cosa ci lascia? Mille giorni di governo per finire in un vicolo cieco

dicembre 5, 2016 Emanuele Boffi

Arrivato per dare una “scossa” all’esecutivo Letta, aveva promesso che avrebbe ascoltato il paese e le sue esigenze, alla fine, invece, ha ascoltato solo Giorgio Napolitano.

Matteo Renzi ha annunciato le dimissioni e lo ha fatto con un discorso che ci è piaciuto. Quel che a quasi tutti non piace di Renzi è ciò che garba a noi: ci mette la faccia, è un combattente, gioca le sue partite fino in fondo. Almeno questo gli va riconosciuto. Ma, per il resto, ha sbagliato tutto.

Innanzitutto proponendo una riforma della Costituzione pasticciata, come abbiamo scritto diverse volte su Tempi. Che la nostra Carta vada cambiata lo pensiamo ancora, ma le modifiche proposte da Renzi proprio non potevamo votarle: andavano nella direzione opposta a quella che noi pensiamo sia la ricetta da adottare (lui vuole più Stato, noi più società). La nostra è sempre stata un’obiezione sul merito, non su di lui. Lui ha fatto l’errore tragico di farlo diventare un referendum sulla sua persona, cercando quella legittimazione popolare che mai ha avuto. L’ha pagato caro questo errore, ma ora lo fa pagare caro a tutto il paese.

In mille giorni di governo, Renzi ha fatto ben poco. Arrivato per dare una “scossa” all’esecutivo Letta, cosa ha combinato? A parte le varie mance elettorali che ha distribuito, che ha fatto? Due delle tre partite fondamentali che ha giocato (legge elettorale, Costituzione, Jobs Act) le ha perse e probabilmente l’unica riforma per cui verrà ricordato è quella delle unioni civili. Bel risultato, non c’è che dire.
Qui è il punto. Come ha detto questa mattina a Radio 24 Oscar Giannino, «su mille giorni di governo, Renzi ne ha spesi 500 per la riforma della Carta». Ma in un paese che non cresce economicamente, che ha una disoccupazione (soprattutto giovanile) drammatica, con una giustizia che non funziona e una burocrazia stritolante, era proprio questa la priorità? Aveva promesso che avrebbe ascoltato il paese e le sue esigenze, alla fine, invece, ha ascoltato solo Giorgio Napolitano.

Ci ha messo in un vicolo cieco proponendo una legge elettorale con cui proprio non si può andare a votare. Un bel guaio che ci spinge verso l’ennesimo governo tecnico o del presidente, e staremo a vedere cosa succederà. Di certo ora il centrodestra si deve dare una svegliata, riorganizzarsi, avanzare proposte concrete per risolvere la crisi economica che non siano una cosmesi delle veline europee, avere il coraggio di proporre una leadership liberale e in sintonia con la tradizione cattolica e riformista del paese. L’alternativa è Grillo, e abbiamo detto tutto.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Opel torna nel segmento delle SUV medie. E lo fa sbattendo la porta con tanta forza da far tremare i vetri. La nuova Grandland X, terzo atto della saga X dopo Mokka X e Crossland X, è una vettura concreta, spaziosa, confortevole e ben rifinita. Oltretutto forte di un design piacevole. Caratteristiche che, di per […]

L'articolo Prova Opel Grandland X proviene da RED Live.

L’ingresso di Fiat nel segmento dei Pick-up avviene grazie a una importante e strategica collaborazione con Mitsubishi di cui il Fullback è “figlio legittimo”. Stringendo una intelligente partnership con chi è stato ritenuto il miglior interprete di questa filosofia, Fiat ha infatti potuto entrare sul mercato dalla porta principale con un mezzo che, già in […]

L'articolo Prova Fiat Fullback LX 180 CV, buona la prima proviene da RED Live.

Pirelli ci riprova. Dopo il lancio degli pneumatici da bici P Zero Velo riparte dal ciclismo il progetto Pirelli Design, avviato dall’azienda per valorizzare il suo bacino di conoscenze in fatto di tecnologia. Procede dunque in questa direzione la nuova capsule collection con la collaborazione di Castelli, azienda italiana con più di quarant’anni di storia vissuta […]

L'articolo Pirelli Design e Castelli insieme per una collezione speciale proviene da RED Live.

Le due rappresentanti heritage della Casa di Iwata si tingono di nuovi colori e richiamano ancora di più il passato: sono le Yamaha XSR700 e XSR900 2018

L'articolo Yamaha XSR700 e XSR900 2018 proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. La prova della nuova gamma Softail comincia così, all’insegna di un motto indiscutibilmente americano. Oltre alle suggestioni culturali, però, c’è altro: otto modelli del tutto inediti, progettati ex novo per essere attuali oggi e soprattutto domani. Nel futuro di Harley-Davidson, infatti, ci saranno 100 nuovi modelli in 10 anni. […]

L'articolo Prova Harley-Davidson gamma Softail 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana