Google+

Renzi, consultazioni. La Lega chiude, M5S decide sul web

febbraio 18, 2014 Chiara Rizzo

La giornata del premier è andata avanti senza scossoni. Confermata l’adesione di Scelta civica, a sorpresa l’apertura di Gal. Ma è dalle 18 che si aprono gli incontri più interessanti

Sono proseguite per tutto il pomeriggio e senza scossoni le consultazioni dei piccoli partiti, avviate oggi da Renzi. Intanto il Movimento 5 stelle ha lanciato online le consultazioni interne per decidere se partecipare a quelle con il premier, ma la linea prevalente sarebbe orientata al no.

I PICCOLI PARTITI. La giornata si è aperta con una leggera apertura di Gal, Grandi autonomie, che ha 10 senatori e che ha promesso a Renzi che potrebbe votargli la fiducia se il suo programma fosse convincente. Gal sino ad oggi invece era rimasta nelle file dell’opposizione tout court. Le posizioni degli altri piccoli partiti, dal Psi alleato ai Fratelli d’Italia contrari sono state invece tutte ribadite. Pierferdinando Casini con l’Udc ha voluto dare dei paletti alla sua adesione, cioé un orizzonte temporale di legislatura e il lavoro del governo «concentrato sulle priorità del lavoro, delle famiglie e delle imprese».

LA LEGA E SCELTA CIVICA. Nel pomeriggio è toccato alla Lega Nord dire la sua, e come si poteva prevedere il segretario Matteo Salvini ha detto di non essere d’accordo su nulla con il programma di Renzi, quindi il partito rimarrà all’opposizione. L’appoggio di Scelta civica, partito sondato dal premier subito dopo, è invece rimasto saldo, come ha ribadito alla fine dell’incontro il segretario Stefania Giannini, il cui nome circola da giorni come papabile ministro dell’Istruzione.

SEL E NCD. A partire dalle 18 i prossimi partiti che incontreranno Renzi saranno Sel (dopo la bufera della telefonata scherzo tra un finto Nichi Vendola e l’ex ministro Fabrizio Barca, che ha rifiutato categoricamente di aderire all’esecutivo renziano) e poi alle 19 il Nuovo centrodestra di Angelino Alfano, l’incontro certamente più interessante per la giornata, che sarà dirimente per le alleanze del nuovo governo.

IL M5S. Intanto con una “nota congiunta” pubblicata sul web, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio hanno definito le consultazioni «una farsa» e Renzi «un Arlecchino servo di due padroni, Berlusconi e De Benedetti». La “bolla” grillina è arrivata proprio mentre era in corso l’assemblea congiunta dei parlamentari 5 stelle, che hanno appreso così dai leader che a decidere sulle consultazioni saranno direttamente gli iscritti con una votazione online che si chiuderà oggi alle 22. Non sono mancati i maldipancia all’interno del gruppo di parlamentari, in cui sono diversi ad essere favorevoli ad un’apertura al Pd.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download