Google+

Renzi annuncia il bonus bebé da 80 euro al mese per tre anni. Ma bisogna trovare tre miliardi

ottobre 20, 2014 Redazione

Gli 80 euro andranno alle famiglie che generano un figlio a partire dall’1 gennaio 2015 e hanno un reddito inferiore ai 90 mila euro

A Matteo Renzi piace il numero 80 e ieri a Domenica live, nello studio di Barbara D’Urso, è arrivata un’ulteriore conferma. I 500 milioni che la legge di stabilità destina alle famiglie serviranno per finanziare «un bonus di 80 euro alle neo-mamme per i primi tre anni».

BONUS BEBÈ. In Italia nascono sempre meno bambini, nel 2013 ne sono venuti alla luce 509 mila ed è su questo dato che è stato tarato il fondo: 960 euro annuali (80 per 12 mesi) per 509 mila. Gli 80 euro non andranno a tutte le famiglie ma solo a quelle che generano un figlio a partire dall’1 gennaio 2015 e hanno un reddito inferiore ai 90 mila euro, calcolato con i parametri dell’Isee.

TRE MILIARDI. Se la spesa prevista del 2015 è di 500 milioni, diventerà un miliardo nel 2016 e tre miliardi nel 2017, tenendo conto ogni volta dei nuovi nati. Dal 2018, se il fondo dovesse essere confermato, la cifra da spendere diventerebbe stabile a tre miliardi. Dove verranno presi i soldi per il momento non è chiaro e resta il problema delle coperture, anche se il premier come sempre la fa più facile di quel che davvero è.

«INVERSIONE DI TENDENZA». Come dichiarato dal ministero della Sanità, l’obiettivo è «dare un segnale sperando in un’inversione di tendenza della natalità. Non risolveremo mai il problema se non saremo al fianco delle mamme in certi contesti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. claudio22 scrive:

    Sono aiuti che andranno in gran parte ai figli di extracomunitari (rom,albanesi,magrebini,cinesi….) e questa sarebbe la politica per la famiglia del falso cattolico Renzi? Cattolici ribellatevi, anzi ribelliamoci!!

  2. Filomena scrive:

    Certo che non siete mai contenti. A chi doveva dare questo contributo, a chi non ne ha bisogno? Prima vi lamentate che le famiglie numerose sono dimenticate poi quando si pensa a loro (e non ai bambini perché allora si implementavano gli asili nido) continuate comunque a piangere. Anche basta!!!!
    La misura giusta invece era appunto dare servizi, anche perché così entrambi i genitori possono lavorare e aumentare il reddito complessivo oltre a non costringere nessuno a dipendere economicamente dall’altro e a pagarsi una pensione per la vecchiaia.

  3. fabio g scrive:

    Era meglio dare una sforbiciata ai costi per l’acquisto della casa: migliaia e migliaia di euro per notaio, trascrizione, agenzia, ecc.
    Era meglio dare una carta sconto da spendere esclusivamente per prodotti e servizi legati al bambino.
    Era meglio non farla questa buffonata degli 80 euro perchè un figlio non costa solo i primi tre anni ma costa (molto di più) anche negli anni successivi: purtroppo oggi fino ai 20-30 anni.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

No, decisamente la Volkswagen non poteva restare a guardare. Il segmento delle B-Suv, vale a dire delle sport utility compatte, vive un momento di grande fermento e successo. La Casa tedesca, che sinora aveva nella Tiguan la proposta più “piccola”, doveva correre ai ripari. Ecco dunque avvicinarsi la presentazione ufficiale, prevista in occasione del Salone […]

L'articolo Volkswagen T-Roc: pronta alla battaglia proviene da RED Live.

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana