Google+

Redditi online del governo, perché la sinistra alimenta l’invidia sociale?

marzo 8, 2012 Gianni Ferrari

«La giusta decisione del governo di pubblicare i redditi (pur non essendo tenuti a farlo), ha scatenato una serie di commenti che mi lasciano sgomento. Manca solo di sentire “il capitale è un furto e chi lo possiede è un ladro”: ma ci siamo quasi». Pubblichiamo il commento che Gianni Ferrari, socialista tutto d’un pezzo, ha inviato a tempi.it

Olof Palm, grande socialista, era solito affermare che la battaglia era contro la povertà, non contro la ricchezza. Se uno è un brillante imprenditore (e ce ne fossero dello stile di un altro socialista, Adriano Olivetti!) che guadagna, crea posti di lavoro, e paga le tasse, qual è il problema? Per me, che sono socialista, non ve ne è alcuno. Eppure, la giusta decisione del governo di pubblicare i redditi (pur non essendo tenuti a farlo), ha scatenato una serie di commenti che mi lasciano sgomento. Manca solo di sentire “il capitale è un furto e chi lo possiede è un ladro”: ma ci siamo quasi.

Perché alimentare, da sinistra, quella che a parer mio è una ingiusta fama di rancorosa invidia sociale di cui già gode la stessa sinistra italiana? Non a caso questo luogo comune dell’invidia sociale è stato proprio il tasto su cui hanno battuto i maestri di comunicazione che hanno confezionato le canzoncine e gli inni di Silvio Berlusconi. Se si analizzano anche i testi pronunciati da Berlusconi, tutti battono sempre su questa idea. Ed è rimasto così questo messaggio che oggi pesa, anche un po’ in maniera autolesionistica sulle spalle di una certa sinistra, quella cattocomunista, maestra di ipocrisia. Ma non tutta la sinistra, per fortuna, è questa: ed io credo, da socialista, che non fu mai troppo presto, il momento in cui togliemmo la falce e il martello dal simbolo del partito socialista italiano.

 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.