Google+

Raffaele Fitto assolto a Bari. Uno dei pm che lo indagò è oggi assessore di Vendola

ottobre 23, 2012 Chiara Rizzo

L’ex governatore della Puglia era stato accusato di aver agevolato la “svendita” di una catena di supermercati ad un lontano parente, ma dopo 7 anni di indagini finisce tutto nel nulla

Assolto «per non aver commesso il fatto» dal reato di turbativa d’asta. È finita così, in primo grado, dopo sette anni di indagini la vicenda giudiziaria di Raffaele Fitto, ex presidente della Regione Puglia, accusato di aver concorso nell’interesse privato del curatore della catena di supermercati Cedis negli anni in cui era governatore della Regione. Lo scorso luglio Fitto, che si è sempre proclamato innocente, aveva rinunciato alla prescrizione:«Lo ritengo doveroso per avere un giudizio compiuto nel merito» aveva detto in aula quando il pm titolare dell’inchiesta, Renato Nitti, aveva chiesto per lui e altri due imputati il proscioglimento per prescrizione.

SVENDITA. Secondo la procura di Bari e il pm Renato Nitti titolare dell’inchiesta, Fitto tra il 2004 e il 2006, avrebbe concorso alla “svendita” della Cedis alla società Sviluppo Alimentare di Brizio Montinari, ritenuto a lui vicino perché suo lontano parente (è lo zio acquisito della cognata di Fitto). Con Fitto sono stati imputati anche Antonio De Feo e Giuseppe Rochira, che nel 2002 erano stati nominati dal ministero delle Attività produttive commissari straordinari di Cedis ed erano in costante contatto con la task force della Regione Puglia specializzata nell’occupazione e nei contenziosi. Secondo il pm, però, De Feo e Rochira, con il concorso di Fitto e per compiacerlo, avrebbero venduto la Cedis a 7 milioni di euro alla Sviluppo Alimentare di Montinari, malgrado la catena di supermarket sarebbe valsa 15,5 milioni di euro, e a fronte di un’altra offerta di acquisto da 19 milioni di euro, con lo scopo di compiacere l’allora governatore pugliese, che intanto avrebbe fatto pressioni per accelerare la vendita.
Fitto si è sempre dichiarato innocente e ha spiegato di non aver mai saputo nulla delle procedure di vendita e di aver sollecitato il sottosegretario all’Industria dell’epoca per concludere le procedure di vendita in breve tempo solo per salvare 800 posti di lavoro.
Uno dei pm che all’inizio ha condotto l’inchiesta, Lorenzo Nicastro, è oggi assessore all’Ambiente della Regione Puglia.

I GIORNALI. All’epoca dell’inchiesta, venne dato ampio rilievo sui mass media alle accuse. Per Fitto la procura barese aveva chiesto lo scorso 5 ottobre una condanna a 16 mesi: le lunghe indagini non hanno tuttavia trovato prove alle accuse e da qui l’assoluzione di ieri. Dichiarati prescritti i reati di concorso in turbativa d’asta e interesse privato per i curatori De Feo e Rochira, che sono stati invece condannati per falso a due anni di reclusione, per aver creato un atto falso per ottenere l’autorizzazione alla vendita di Cedis. Fitto è stato inoltre assolto con formula piena, «perché il fatto non sussiste» per una vicenda satellite.

SODDISFAZIONE E AMAREZZA. Fitto ha rifiutato di rilasciare interviste sulla vicenda giudiziaria e dopo la lettura del dispositivo con cui è stato assolto ha scelto di dare una singola dichiarazione alla stampa: «La soddisfazione di oggi non mi ripaga dell’amarezza di oltre sei anni nei quali spesso abbiamo letto, sentito e qualcuno anche utilizzato queste vicende. Per quanto mi riguarda porto con me questa amarezza».
Il vicepresidente della Camera, Maurizio Lupi, dopo l’assoluzione ha dichiarato con una nota: «L’assoluzione di Raffaele Fitto dall’accusa di turbativa d’asta e interesse privato nella vendita dei supermercati Cedis quando era presidente della Regione Puglia è una buona notizia. Dispiace che per accertare il “non aver commesso il fatto” si siano dovuti aspettare sei anni. Libero anche da questa falsa accusa, per la quale aveva rinunciato alla prescrizione, l’onorevole Fitto può continuare più serenamente a collaborare al rilancio del Pdl». Soddisfazione anche da parte del segretario Pdl Angelino Alfano, e di quello dell’Udc Pierferdinando Casini che ha lodato «un gesto importante e significativo» come la rinuncia della prescrizione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Franco scrive:

    Che amarezza… E’ mai possibile che si possa continuare a distruggere esseri umani per mero livore ideologico? Chi restituirà 7 anni di inferno a Fitto? Questa è la nostra magistratura. E questi i nostri giornali. Caro De Bortoli, ti stimavo un tempo. Ma era tanto tempo fa.
    Queste sono notizie da prima pagina per almeno una settimana. Ma deve essere un giornale serio…
    Sono vicino a Fitto.
    Coraggio, non prevalebunt”

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana