Google+

Quer pasticiaccio brutto di Palermo: indagine sul procuratore capo

gennaio 18, 2013 Chiara Rizzo

Ci sono due intercettazioni alla base di un’inchiesta aperta a Caltanissetta sul procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo, per rivelazione di segreto istruttorio. Ieri l’indagato ha coinvolto il procuratore capo nisseno

Un nuovo colpo di scena, ieri, nelle indagini condotte a Caltanissetta sul procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo. E soprattutto un nuovo capitolo nella saga delle “frizioni” tra le due procure (che aveva raggiunto l’apice pubblico qualche anno fa, sulla diversa considerazione data dai pm delle due città al testimone della presunta trattativa Stato-Mafia, Massimo Ciancimino). Messineo è indagato per violazione del segreto istruttorio, dal 15 dicembre scorso, quando è stato interrogato la prima volta a Caltanissetta, dal procuratore aggiunto Domenico Gozzo. L’ipotesi di accusa sembrerebbe appoggiarsi su alcune prove, secondo le notizie trapelate. I fatti: l’ex direttore della siciliana Banca Nuova, Francesco Maiolini, qualche mese fa, è stato coinvolto in un’indagine a Palermo per usura bancaria. Maiolini tra maggio e giugno ha telefonato al procuratore capo Messineo, per chiedergli notizie dell’indagine, senza sapere che i suoi telefoni erano intercettati per disposizione del pm palermitano (ora neo candidato di Rivoluzione Civile) Antonio Ingroia, che coordinava un’altra inchiesta su Maiolini, per riciclaggio. In questo modo, quindi, è stato registrato il primo contatto con l’allora capo di Ingroia, Messineo.

INTERCETTATO. Stando alle indiscrezioni emerse sinora, il procuratore Messineo si sarebbe informato poi sull’indagine per usura, parlando con il suo sostituto che la conduce. In seguito il procuratore si sarebbe incontrato con Maiolini: in un’intercettazione telefonica successiva all’incontro, è poi emerso che il direttore bancario conosceva informazioni strettamente riservate, e tecniche, sulle indagini a suo carico. Ad esempio, Maiolini sapeva che l’indagine per usura bancaria era iscritta in un particolare registro della procura di Palermo. È stato proprio Antonio Ingroia, davanti alle registrazioni delle due telefonate, a inviare lo scorso settembre le intercettazioni a Caltanissetta (la procura competente a indagare i reati commessi dai pm di Palermo) per un approfondimento. Il primo interrogatorio con il pm Gozzo di metà dicembre, è durato circa tre ore, e Messineo ha rifiutato di rilasciare dichiarazioni dopo. L’indagine, data la delicatezza, è coordinata anche da un pm “terzo” tra le due procure, il procutatore capo di Catania, Giovanni Savi.
Ieri è arrivato il nuovo colpo di scena, nel secondo interrogatorio a Caltanissetta, durante il quale Messineo ha detto al pm Gozzo che lo interoggava, che a segnalargli il caso Maiolini è stato il procuratore capo nisseno Sergio Lari, buon amico di Maiolini. Secondo il Giornale di Sicilia Messineo avrebbe aggiunto che Maiolini, prima di parlare con lui, si era rivolto a Lari, e per dimostrarlo in occasione del loro incontro gli aveva mostrato un appunto scritto dal capo della procura nissena. Lari ha replicato: «Maiolini e Messineo si conoscevano più che bene e non avevano bisogno della mia intermediazione».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

Si chiama Nolan N90-2 ed è l’apribile entry level di Nolan. Adatto sia all’utilizzo in città sia per un lungo viaggio, costa 269,99 euro

L'articolo Nolan N90-2, apribile entry level proviene da RED Live.

I fiori mai sbocciati dell’automobilismo mondiale No, loro non ce l’hanno fatta. Non sono riuscite ad arrivare in produzione, perse nei meandri delle logiche commerciali, del marketing, degli eventi globali o, semplicemente, dell’indecisione dei costruttori. Sono quelle centinaia di concept car – o prototipi che dir si voglia – realizzati in piccolissimi numeri, quando non […]

L'articolo Le auto che non sono mai nate proviene da RED Live.

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana