Google+

Quella vita spezzata quarant’anni fa per una guerra stupida e inutile

maggio 2, 2017 Walter Veltroni

Erano anni orribili, in cui il sangue raccolse l’odio che era stato seminato per anni. Compagni di scuola che si volevano uccidere l’uno con l’altro

25 aprile

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Sono passati quarant’anni e ancora non si sa chi sia stato a sparare, quel giorno a San Lorenzo. Quartiere meraviglioso e sfortunato di Roma. Il luogo dove caddero le bombe degli alleati che servirono a dare il colpo finale al fascismo e alla guerra ma lasciarono sul suolo migliaia tra vittime e feriti. A San Lorenzo andò il Papa e aprì le braccia bianche e re Vittorio Emanuele fu cacciato dai cittadini che chiedevano la pace. Mussolini andò solo il 25 luglio, alla chetichella, nel giorno in cui poi tutto finì. E a San Lorenzo divamparono, nell’aprile del 1977, degli scontri violentissimi tra autonomi e polizia. L’università era stata sgombrata e per le strade del quartiere esplose la violenza.

Erano anni orribili, in cui il sangue raccolse l’odio che era stato seminato per anni. Compagni di scuola che si volevano uccidere l’uno con l’altro, proletari in divisa che venivano trasformati nel simbolo di uno Stato che si voleva distruggere. Tutti ragazzi, tutti coetanei. Una generazione stravolta dall’odio.

Rimase a terra, quel giorno, l’agente Settimio Passamonti, nato a Roseto degli Abruzzi. Aveva un anno più di me, allora. Era un ragazzo. Era allievo sottufficiale. Due colpi di pistola sparati da una mano in fuga e tutto è finito. La sua vita, i suoi sogni, quei fili invisibili che si chiamano affetti e vengono spezzati, come vittime collaterali, dall’istante di fuoco di una sparatoria.
Avrà avuto paura, Settimio. Difendeva istituzioni che gli avevano insegnato essere importanti, in qualche modo sacre. Aveva ragione, Settimio. E non aveva ragione chi gli sparò. Uccidendo un ragazzo, non un potere. Facendo piangere una madre, non avvicinando il sol dell’avvenire.

Fu una guerra stupida e inutile, che fece arretrare il paese e lo rese più conservatore. Da allora sono successe molte cose. Nessuna di queste Settimio ha potuto vedere. La sua divisa insanguinata è da qualche parte, reperto da tribunale o oggetto di ricordo di qualcosa di più grande di una stoffa macchiata di sangue: la vita, tutta intera, di un ragazzo italiano. Morto a San Lorenzo nel 1977. Il giorno del Natale di Roma.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

In questo momento storico, l’immagine che identifica maggiormente la californiana Tesla è quella della dea Shiva che, facendo roteare le otto braccia di cui è dotata, elargisce schiaffi a destra e a manca a tutti i brand concorrenti. Il costruttore americano, parallelamente all’unveiling della straordinaria supercar elettrica Roadster, accreditata di 10.000 Nm di coppia e […]

L'articolo Tesla Semi Truck: il camion elettrico è una belva proviene da RED Live.

L’alternativa alle note Lotus 3-Eleven, KTM X-Bow e Radical SR8 è italiana. E costa (almeno) 200.000 euro. Forte di una lunghissima esperienza nelle competizioni, la parmense Dallara Automobili, specializzata in telai e vetture da pista, ha presentato il primo modello targato della propria storia. Una vettura, non a caso denominata “Stradale”, nata quale barchetta estrema, […]

L'articolo Dallara Stradale: la prima volta proviene da RED Live.

Gestito da appassionati motociclisti, lo Spidi Store milanese di via Telemaco Signorini 12, mette a disposizione le ultime novità del marchio oltre a un servizio di tute su misura e di installazione di interfoni su caschi. Per festeggiare il suo primo anno di vita il negozio ha organizzato, in occasione di EICMA 2017, una serata all’insegna […]

L'articolo Spidi Store Milano spegne la prima candelina proviene da RED Live.

Tesla la tocca piano… presentando a sorpresa, in occasione dell’unveiling dell’atteso camion a batteria, l’erede dell’ormai storica Tesla Roadster. Una vettura che la Casa americana, con grande morigeratezza, non esita a definire “l’auto più veloce del Pianeta”. Una supercar elettrica che, ancora una volta, spiazza la concorrenza promettendo di ridefinire il concetto di performance a zero […]

L'articolo Tesla Roadster: zitti tutti proviene da RED Live.

Dopo la nuova generazione di Trafic SpaceClass, presentata lo scorso ottobre, Renault torna sull’argomento “business” con il lancio della nuova gamma Executive, studiata per rendere sempre più confortevole e ricca di tecnologia la vita a bordo di chi si sposta per lavoro. La Casa della Losanga dota quindi di contenuti premium tre vetture della sua scuderia, […]

L'articolo Gamma Executive, l’allestimento premium di Renault proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download