Google+

Quante dicerie sul povero Principe Carlo

novembre 13, 2012 Elisabetta Longo

Sembra strano, ma il principe Carlo è amato tanto quanto il bel William. Nonostante quel naso storto e i tabloid che non gli hanno mai perdonato il fatto di aver fatto soffrire Lady D, Carlo negli ultimi anni gode di buona fama. Si mostra sempre sorridente, al fianco della sua Camilla e si mischia volentieri […]

Sembra strano, ma il principe Carlo è amato tanto quanto il bel William. Nonostante quel naso storto e i tabloid che non gli hanno mai perdonato il fatto di aver fatto soffrire Lady D, Carlo negli ultimi anni gode di buona fama. Si mostra sempre sorridente, al fianco della sua Camilla e si mischia volentieri ai suoi sudditi inglesi. Su di lui negli anni sono circolate tante voci, lanciate in giro da giornalisti impertinenti, così tante che il nuovo sito di Clarence House (la dimora dei Windsor) ha sentito il bisogno di creare una sezione di domande e risposte, per fare chiarezza.

LEGGENDE. I sudditi devono sapere che Carlo non ordina ogni mattina sette uova sode, per poi mangiarne solo una, come molti hanno sentito raccontare. Non è nemmeno vero che disponga di troppo personale, tra cui un medico omeopatico talmente invadente da interferire nelle scelte politiche. Non ha mai pensato a cosa ne sarà del suo futuro, perché parlare di successione al trono per lui implica la morte della madre tuttora regnante. Paga le tasse come tutti, anche perché i suoi introiti sono controllati dall’Agenzia delle entrate, e nel 2011 e nel 2012 ha versato 5 milioni di sterline. Ama il design moderno e gli architetti contemporanei, di cui appoggia progetti, al contrario di chi pensa che gli piaccia solo lo stile neoclassico. Infine, sappiate che sua moglie Camilla ha smesso di fumare anni fa, inutile quindi cercare un accendino a Buckingham Palace.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download