Google+

Profumo: «Bisogna fare leva sull’autonomia delle istituzioni scolastiche»

agosto 29, 2012 Daniele Ciacci

In un’intervista al quotidiano Avvenire, il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo mette chiarezza sui nuovi concorsi del 24 settembre: «Erano tredici anni che non si facevano concorsi di inserimento».

Finalmente tra concorsi, Tfa, precari, test d’ammissione e compagnia briscola, una bussola indica la direzione da seguire. Questa bussola si chiama Francesco Profumo, Ministro dell’Istruzione, che ha rilasciato all’odierno Avvenire un’intervista sullo stato della scuola a trecentosessanta gradi. Ed ammette che, più che altre riforme, sia «necessario oliare il sistema, magari facendo leva sull’autonomia delle istituzioni scolastiche». Sintetizzando: se le scuole potessero fare concorsi propri, e assumere sulla base di un proprio progetto educativo, in un clima imprenditoriale di concorrenza sana, molti problemi sarebbero risolti alla radice. Il tentativo fu avanzato dall’Assessore alla Cultura della Regione Lombardia Valentina Aprea nel febbraio scorso. Tuttavia, i dubbi dell’opposizione in merito alla trasparenza dei suddetti concorsi determinò un nulla di fatto, e del progetto non si seppe più nulla.

Eppure Francesco Profumo si è sempre mostrato attento a una delle più antiche e controverse emorragie dello Stato italiano. Senza ricevere, tuttavia, consenso unanime, come mostra la silenziosa contestazione avanzata da un gruppo di precari alla Festa Democratica di Reggio Emilia. «Per quanto riguarda il concorso (che rimpolperà le scuole statali di 12 mila professori, ndr) si tratta della solita retorica sul presunto merito – dichiara l’Unione sindacati di base, sezione scuola – . A detta del ministro dovrebbero entrare nella scuola nuovi docenti “giovani” e “meritevoli”, quasi a dire che la scuola di oggi si intasata da “vecchi” e da “immeritevoli”».

Interrogato da Vincenzo R. Spagnolo alla centrale elettrica di Fies (a Dro, in provincia di Trento), dove si tiene l’ottava edizione del “pensatoio” bipartisan VeDrò, Francesco Profumo vuole chiarire: «Questo concorso non toglie nulla ai precari, perché rimangono nelle graduatorie. Ma chi desidera, magari se si trova al centomillesimo posto e vuole accelerare, può partecipare e migliorare la propria condizione». Un’accelerazione che mira a premiare il merito: «Gli insegnanti del futuro saranno selezionati in base a quattro elementi – prosegue Profumo –. Nella fase preliminare ci sarà un test per valutare le capacità dell’insegnante dal punto di vista della logica e dell’interpretazione del testo. E serviranno conoscenze informatiche e linguistiche (…). Il secondo sarà una prova di competenza. Il terzo test avrà al centro l’attitudine allo stare a scuola, a trasferire conoscenze e a rapportarsi con i giovani, con la simulazione di una lezione in classe che sarà la vera novità».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download