Google+

Prete accoltellato sull’altare. Il Messico resta un paese letale per i sacerdoti

maggio 17, 2017 Redazione

Miguel Angel Machorro aveva appena finito di celebrare la Messa delle 18 nella Cattedrale della capitale, quando un uomo si è lanciato contro di lui e lo ha pugnalato tre volte cercando di sgozzarlo

Priest stabbed in Mexico CityUn sacerdote è stato accoltellato sull’altare a Città del Messico lunedì sera. Miguel Angel Machorro aveva appena finito di celebrare la funzione delle 18 nella Cattedrale della capitale sudamericana, quando un uomo sotto i 30 anni (foto a destra) si è lanciato contro di lui pugnalandolo per tre volte e cercando di sgozzarlo. Il prete è riuscito a divincolarsi prima che gli venisse tagliata la gola e ora, dopo un’operazione chirurgica d’urgenza ai polmoni, «è in condizioni delicate ma stabili».

FRANCESE O AMERICANO. Non sono ancora chiare l’identità e le motivazioni che hanno spinto l’aggressore ad attaccare il sacerdote. Inizialmente la Commissione nazionale di sicurezza del Messico ha affermato in un comunicato che si tratta di un giovane francese, poi però i procuratori hanno detto che l’uomo ha affermato di chiamarsi John Rock Schild e di essere «un artista nord-americano». Sul perché del suo gesto ha preferito non rispondere durante l’interrogatorio.

OMICIDI IN AUMENTO. Se ancora è troppo presto per parlare di attentato, l’episodio conferma che il Messico è il paese più pericoloso al mondo per i sacerdoti. Gli omicidi di rappresentanti della Chiesa sono aumentati del 275 per cento negli ultimi 10 anni. Dal 2006 al 2012, sono stati uccisi 17 sacerdoti, 3 religiosi, 4 laici e un sacrestano. Negli ultimi tre anni sono stati assassinati invece 18 sacerdoti.

LOTTA CONTRO I NARCOS. Le violenze, secondo uno studio del Centro cattolico multimediale della Chiesa messicana, avvengono soprattutto per mano dei narcos che si oppongono all’attività dei religiosi impegnati nella lotta contro la droga attraverso la predicazione e l’educazione. Ma l’aumento degli episodi criminali si deve anche alla connivenza crescente delle autorità e delle forze dell’ordine, che non vogliono o non riescono a fermare i violenti.

CHIESE PROFANATE. Gli attacchi contro il clero, infatti, avvengono regolarmente per strada: nel 2014 sono stati segnalati 1.520 episodi di estorsione e un aumento del 113 per cento delle minacce di morte. Sempre negli ultimi 10 anni, sono state anche profanate 3.220 chiese, mentre danni e vandalismo contro le immagini sacre e gli oggetti religiosi ammontano a 555.500 dollari.

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ennesimo capitolo della Saga Monster, l’821 2018 si adegua all’Euro4 ed eredita le peculiarità stilistiche della sorella maggiore 1200. Più snello e slanciato torna all’essenzialità originale del primo Monster

L'articolo Ducati Monster 821 2018, come eravamo proviene da RED Live.

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

L'articolo Pneumatici quattro stagioni, la guida all’acquisto proviene da RED Live.

Dal 15 novembre è obbligatorio adottare pneumatici specifici per la stagione fredda. Ecco tutto quello che c'è da sapere per viaggiare in sicurezza e scegliere tra modelli invernali, quattro stagioni o chiodati.

L'articolo Pneumatici invernali, dieci cose da sapere proviene da RED Live.

COSA: RED HOOK CRIT, a Milano l’ultimo atto DOVE E QUANDO: Milano, 14 ottobre  Dopo Brooklyn, Londra e Barcellona il campionato di bici a scatto fisso su strada approda a Milano, in via Lambruschini (zona Bovisa) per l’ultima, avvincente tappa. Red Hook Criterium propone una formula unica, mettendo su strada le biciclette a scatto fisso che […]

L'articolo RED Weekend 13-15 ottobre, idee per muoversi proviene da RED Live.

Da 0 a 400 a 0 km/h in meno di 42 secondi. Ecco il nuovo record fatto registrare dalla hypercar Bugatti Chiron. Un primato d’accelerazione e frenata realizzato con al volante l’ex pilota di Formula 1 Juan Pablo Montoya. Mai nessuna vettura di serie aveva avvicinato una simile prestazione, ottenuta grazie a una potenza massima […]

L'articolo Bugatti Chiron: start e stop da record proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download