Google+

Politkovskaya, i giurati si assentano, processo da rifare

novembre 14, 2013 Chiara Rizzo

È il secondo processo che si celebra per l’omicidio della giornalista russa. Sul banco degli imputati tre fratelli ceceni, il loro zio, e un ex poliziotto ritenuti organizzatori ed esecutori materiali

I figli della Politkovskaya, Ilya e Vera, al processo

Azzerato il processo Politkovskaya: stamane i giurati chiamati a giudicare sull’assassinio della giornalista russa Anna Politkovskaya per vari motivi non si sono presentati in aula, e il Tribunale cittadino di Mosca ha deciso di azzerare il processo per nominare una nuova giuria popolare il 14 gennaio prossimo. Sul banco degli imputati quattro ceceni e un ex ufficiale della polizia di Mosca.

NUMERO LEGALE. In Russia, perché un processo sia valido occorre che la quota dei giurati presenti sia superiore a dodici: oggi l’assenza di tre persone, che hanno notificato di non poter più presenziare per problemi di salute o di lavoro, ha reso impossibile il proseguo del processo avviato a luglio. La Politkovskaya, assassinata nell’ottobre 2006 nell’ascensore di casa, era una giornalista molto nota in patria, per la sua posizione estremamente critica nei confronti dell’amministrazione Putin e le inchieste scomode sulla guerra in Cecenia.

LE ACCUSE. Contro questo processo si erano già espressi i figli della Politkovskaya proprio per la scelta dei giurati. Secondo i due giovani, la corte aveva preso delle persone senza nemmeno consultarle. Comunque i figli della Politkovskaya hanno deciso di seguire tutte le udienze. Il processo è già il secondo sulla morte della giornalista: nel 2009, il primo si è concluso con l’assoluzione per insufficienza di prove di due fratelli, Ibragim e Dzhabrail Makhmudov. Oggi però i due, ceceni, si ritrovano imputati, insieme al fratello Rustam, latitante all’epoca del primo processo. Secondo l’accusa sarebbero loro gli esecutori materiali dell’omicidio, insieme all’ex dirigente della polizia, Sergei Khadikurbanov. I quattro sarebbero stati reclutati dallo zio dei Makhmudov, Lom-Ali Gaitukayev, accusato di aver organizzato l’omicidio per conto di mandanti ad oggi ancora ignoti. 

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download