Google+

Planned Parenthood. Camille Paglia: «La censura dei media di sinistra è scioccante»

agosto 1, 2015 Benedetta Frigerio

L’intellettuale femminista, atea e libertina sulla compravendita di parti di bambini abortiti: «Sono disgustata, è una seria violazione dei princìpi dell’etica medica»

camille-paglia-screenshot

«Questa censura è scioccante e non è professionale». L’intellettuale atea, femminista e dichiarata lesbica, Camille Paglia, ha commentato così il silenzio del sistema mediatico liberal sullo scandalo che ha coinvolto il colosso abortivo Planned Parenthood negli Stati Uniti. Mentre infatti esce il quarto di una serie di video “undercover” del Center for Mediacal Progress (Cmp), che aggrava le accuse di compravendita di organi e tessuti dei bambini abortiti, molti media continuano a non darne conto.

«CHIUSI DI MENTE». Paglia, intervistata dal portale di notizie liberal Salon, critica la sinistra che «si pensa aperta di mente, quando non è assolutamente vero!». Il liberalismo «è tristemente diventato un’ideologia reattiva, fatta di persone barricate nelle loro piccole e comode celle», le quali «pensano che la loro visione sia l’unica razionale». L’intellettuale prende ad esempio la vicenda della Planned Parenthood per provare «la persistente grettezza del pensiero liberal nei media». E spiega che due settimane fa, quando il caso è scoppiato, coloro che si informavano solo attraverso i giornali di sinistra «erano all’oscuro dei fatti».

INORRIDITA E DISGUSTATA». Quotidiani e tv, infatti, «cercavano di nascondere la storia ignorandola», mentre sarebbe necessario «un punto di vista completo per capire quello che sta accadendo nel mondo». Pur confessando di essere stata un membro della Planned Parenthood, Paglia si definisce «inorridita e disgustata da quei video. Ho subito percepito che nella condotta della Planned Parenthood c’era in gioco una seria violazione dei princìpi dell’etica medica».

L’IMPORTANZA DELLA RELIGIONE. Paglia è stata poi interpellata sul dibattito relativo alla libertà religiosa negli Stati Uniti, scoppiato dopo la sentenza della Corte suprema sul matrimonio omosessuale, e sul clima che tende a squalificare la voce dei credenti dall’arena pubblica: «Prendere in giro la religione è puerile. (…) Espone a uno stato di perpetua adolescenza che ha qualcosa a che fare con i propri genitori – si stanno ancora ribellando a papà, in qualche modo». Da atea, Paglia è convinta che la religione debba stare al centro della società perché «tutte le principali religioni del mondo contengono un complesso sistema di credenze relative alla natura, all’universo, alla vita umana, che sono molto più profonde di qualsiasi cosa il liberalismo abbia mai prodotto».

IPOCRISIA SULL’ISLAM. Infine, non si è tirata indietro quando è arrivata una domanda sull’approccio dei progressisti all’islam: «Credo sia del tutto ipocrita che le persone che frequentano le accademie e i media chiedano comprensione per le credenze musulmane e che siano tanto beffardi e sprezzanti verso la fede dei cristiani devoti». Ormai «ci siamo costantemente allontanati dall’eredità della civiltà occidentale».


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

47 Commenti

  1. yoyo scrive:

    Camille catecumena la prossima Pasqua? Ha colto troppo nel segno per rimanere laicista.

  2. To.ni scrive:

    Aldilà dell’argomento aborto è emblematica, per tutta la sua evidenza, l’uso spregiudicato che si fa dei mezzi di comunicazione. Avvolte occorre un caso limite come questo per renderci conto per come la gente viene trattata. Nel paese simbolo della libertà, il paese che detta i modelli culturali, si verifica uno scanalalo senza precedenti al punto che multinazionali (addirittura la coca-cola), che da sempre non hanno fatto mistero per le simpatie pro-aborto, l’abbandonano. In Italia questa cosa non deve esistere, non bisogna avere alcuna consapevolezza. Indicativo dell’intento che certe “conquiste” non devono essere in discussione neanche a livello di consapevolezza personale (porsi la domanda se sì è ancora d’accordo o no sulla cosa … poi magari lo si continua ad essere… ma dopo una risposta).
    Detto questo quando mi vengono i vari Xywzk (Filomena la creaturina che in queste ore soffre per l’attacco reazionario), MicheleL (“io vinco” “e sono pure grazioso”) , il raffinato anti-bigotti e pure lui vincente Daniele, Luca (l’ultima ver.) e ti vengono a parlare dell’evoluzione della società, della democrazia, della gente che ha nuove consapevolezze e che garantiscono scientificamente che non viviamo in un mondo deve i pochi non cercano di incatenare la mente dei molti su cosa devono credere o no … trovo il forte desiderio di mandarli, senza neanche discutere, regolarmente e quotidianamente a c…..are. Sarà pure volgare… ma è una soddisfazione contro questi insolenti educati zombi .

    • To.ni scrive:

      emblematico*
      scandalo*

    • Luca scrive:

      Mi spiace contraddirti, ma viviamo ancora in un mondo in cui pochi cercano di incatenare molti a determinate credenze.
      L’unica differenza, rispetto a 1000 anni fa, è che oggi fanno un po’ più fatica e trovano più concorrenza, per cui il risultato dell’indottrinamento non è più una società monolitica, ma tanti diversi fanatismi.
      L’unica speranza per ridurre il potere di quei “pochi”, è favorire in tutti i modi possibili l’istruzione “laica” (ossia libera da “bias” di tipo religioso, politico, ideologico) dei “molti”.

      • To.ni scrive:

        Caro Luca
        A me invece non dispiace affatto contraddirti, anzi lo trovo un esercizio sano piacevole e doveroso. Infatti basta leggere le prime cinque parole di un tuo post per cogliere l’insieme di superficialità e disonestà intellettuale. Se devi sostenere tu che c’è un tentativo di pochi (che per te è condotto dalla la Chiesa) di governare con le buone o con le cattive i molti, dovresti spiegare i tempi ed i modi con cui operano questo tentativo invece di usare le solite parole ripetute ossessivamente, come formuletta, fatta di “indottrinamento” … visione “monolitica” ecc che non trovano nessun aggancio nella realtà di una persona con normale intelligenza e che (per essere in tema con un nostro precedente scambio d’opinioni condiviso mite creaturina Filomena … ma sospetto che siete una sola persona) invece è l’equivalente al beccare, raspare di chi è cresciuto rinchiuso in un allevamento di polli (e galline).

        Dovresti iniziare a non omettere chi ha finanziato, e come sono stati utilizzati per decenni, studi farlocchi (rapporto Kinley, o gli studi di Money ) per costituire basi sociologiche per pretese femministe prima ed omosessualiste dopo, accompagnando il tutto con l’attuazione di un vero e proprio ostracismo politico (non certo scientifico) contro quei psichiatri che contestavano le nuove ed imposte pretese di “normalità”. Un posizione che si è tradotta contestualmente nell’ adottare neologismi, moniti, raccomandazioni, diffide, sanzioni, da parte di organismi tipo ONU e ONG (che tutto sono tranne che democratici) contro chi fa resistenza ad una vera e propria concezione della vita che cannibalizza le altre e le sterilizza rendendole insignificanti. In questa operazione giungendo a livelli di vigliaccheria nei confronti di quelle nazioni del terzo mondo che si vedono ricattati al punto che se decidono adeguarsi alle loro “agende” se devono aver aiuto per il sostentamento. Oltre a ciò un sistema mediatico che stabilisce cosa deve esistere nella consapevolezza o meno delle persone. L’esempio in tal senso che ti veniva offerto in questa discussione sul mercimonio dell’aborto e del silenzio stampa totale in Italia, doveva bastarti ed avanzarti. Ma tu no, prode dei miei stivali dovevi sparare la madre di tutte minchiate contro la Chiesa, dimostrando di non avere prosciutto sugli occhi, ma addirittura maiali, … uno per occhio.

  3. Raider scrive:

    Il trattamento riservato dal mainstream radicale e gay politicamente corretto a Camille Paglia è la prova migliore che il Pensiero Unico discrimina a termini di regime – di fatto, in vigore sui media. Ed è lo stesso cui sono esposti quanti rifiutano e si oppongono a programmi e egemonia culturale radicale e gay, da René Girard alle Sentinelle in Piedi. I politici che si bardano del titolo di “cattolici” per spuntare “qualche voto in più” (come accusano la Lega di fare sull’immgrazione), lo sappiano: la gente che vive l’offensiva politico-mediatica in atto se ne è resa conto da tempo. E i ddl Cirinnà esigono a rincalzo il ddl Scalfar8: tutte cose cui diciamo
    NO

    • beppe scrive:

      caro raider, da che parte cominciamo a demolire il muro di ipocrisia della cosiddetta sinistra, dei cosiddetti progressisti ecc. in torno a me vedo moltissimi BRAVI CATTOLICI che sono anestetizzati da decenni di SCELTA RELIGIOSA, che hanno repubblica in tasca, che GUAI LA LEGA ecc. la linea ufficiale della CEI

    • beppe scrive:

      caro raider, da che parte cominciamo a demolire il muro di ipocrisia della cosiddetta sinistra, dei cosiddetti progressisti ecc. in torno a me vedo moltissimi BRAVI CATTOLICI che sono anestetizzati da decenni di SCELTA RELIGIOSA, che hanno repubblica in tasca, che GUAI LA LEGA ecc. la linea ufficiale della CEI è quantomeno tartufesca ( trovate un altro ruini, NEGRI ad es ). e soprattutto c’è una frammentazione incredibile, con tutti che si criticano l’un l’altro. gli ultra tradizionalisti contro quelli di piazza s. giovanni, quelli di avvenire con la testa sotto la sabbia, Galantino a corrente alternata ( c’è contro l’IMU ma non contro l’aborto , il gender, i matrimoni gay).

      • Raider scrive:

        Mi è tremendamente difficile risponderti, Beppe. Perciò conto sulle scelte dei singoli, se possiamo chiamarle così: perché sono scelte obbligate, nel vuoto, nell’assenza, nel declino, nella defezione, nella rinuncia di tutte le istituzioni, forze e forme di rappresentazione e di mediazione rispetto allo Stato e ai poteri forti. “Tempi.it” è uno spazio prezioso per chi è, di fatto, offuscato, “mascariato” o cancellato dalla scena pubblica, ciò che non lascia presagire nulla di buono per l’innanzi: e vedi come è attaccato da tutti i sostenitori del politicamente corretto.
        Galantino! Potre farti decine di nomi per restare solo in Sicilia, da laici e chierc che vivono felicemente la subalternità e come una benedizione come una vera e propria “purificazione” l’irrilevanza della fede cristiana: Melloni, Mancuso, De Monticelli non sono, certo, casi unici per sentirsi soli. Neanche noi, però. Fino all’ultimo respiro gli diremo sempre
        NO!

  4. unafides scrive:

    Dovremmo interrogarci anche sul ruolo dei media italiani, che obbedendo ai diktat statunitensi stanno ignorando scientemente una notizia come questa che dovrebbe far saltare sulla sedia qualunque persona dotata di una sensibilità umana. Da una settimana tutti i telegiornali dedicano minuti e minuti di servizi alla triste vicenda del leone africano, silenziando in maniera complice la vicenda Planned Parenthood

  5. giuliano scrive:

    cosa credeva che fosse la sinistra ??

  6. SUSANNA ROLLI scrive:

    Davvero, la responsabilità dei media -i loro capicapoccia- è enorme! Quante bugie! Perchè c’è modo e modo d i dire le bugie: si può stravolgere una verità o la si può totalmente oscurare,ignorare, e, a parer mio, questa seconda via è equiparabile alla prima, cioè sempre bugia è (mio parere).Poi, sembra quasi che coloro che stavano “dormendo il sonno stanco delle loro anime” (R. della Pace) si stiano svegliando piano piano…La Paglia, la giornalista Lucia Annunziata che di recente pure lei ha “tirato le orecchie” ai suoi “compagni” dopo in caso Charlie (se non erro), la Bonino che pare abbia “divorziato” da Pannella, e forse qualcun altro….Mettiamoci pure i comici più “profondi”, religiosi….Mettendo a parte i rancori e i mali al fegato (non considerando i dolori che ancora ci aspettano)subiti sin qui a causa della non digestione dei sostenitori della cultura della morte, tutto ciò sa tanto di “risveglio” positivo, come dopo un profondo coma spirituale. Magari lo fosse per tutti!

  7. Emanuele scrive:

    Certo, cosa si aspettava Paglia? Se accetti di vivisezionare esseri umani nel ventre delle madri, se descrivi i bambini come grumo di cellule, ammasso biologico, intruso, ti meravigli se poi qualcuno pensa di vendere i pezzi?

    • SUSANNA ROLLI scrive:

      ….mi vien da dire che come il bene può essere no limits (v. santità dei santi!) anche il male lo può essere (v. demoni “incarnati”). Può esserci nel bene come nel male…A noi la scelta.

      • Emanuele scrive:

        …giusto, non si può scendere a patti con il male, basta uno spiraglio ed esso dilaga.

        Chi pensò in buona fede che legittimare l’aborto fosse il male minore e fosse un modo per frenare questa pratica prese un grosso abbaglio. Invece di seguire Dio, penso di fare di testa sua, di decidere dove sta il confine tra bene e male… stesso errore di Adamo ed Eva.

        Oggi raccogliamo le conseguenze, ma è tardi per intervenire… ma nuovamente, invece di affidarsi a Dio, si disperano cercando soluzioni umane al male.

        Finché l’aborto non sarà dichiarato per quello che è, il più grande crimine compiuto dall’uomo, le cose non cambieranno. Ma sono sicuro che le preghiere e l’urlo di dolore che sale al Cielo da quei milioni di innocenti non resterà inascoltato: il Signore disperdere i superbi nei pensieri dei loro cuori.

        Uniamoci a questo grido di preghiera!

        • xyzwk scrive:

          Se questi sono gli argomenti per contrastare una legge dello Stato, la vedo dura, siete perdenti a priori. Le leggi le fanno gli uomini, non Dio quindi cosa vuoi che importi alla società del peccato di Adamo ed Eva?

          • Emanuele scrive:

            …non gliene importa nulla ed infatti si vedono i risultati: compravendita di organi di bambini, record di aborti e gravidanze tra le minorenni in USA e Inghilterra, uteri in affitto o per meglio dire nuovo schiavismo di donne povere, eugenetica, etc., etc.

            Purtroppo i perdenti a priori sono i bambini massacrati, le donne ingannate, gli innocenti alla mercé dei vizi e soprusi degli egoisti… ma non ti preoccupare, non servirà aspettare il giudizio di Dio, basterà quello della storia. Quando ci sarà la “Norimberga ” degli aborti, prega di non essere sul banco degli imputati… i giudici non saremo noi cattolici, ma qualcuno che non conosce né misericordia né perdono.

        • xyzwk scrive:

          Se questi sono gli argomenti per contrastare una legge dello Stato, la vedo dura, siete perdenti a priori.
          Le leggi le fanno gli uomini, non Dio quindi cosa vuoi che importi alla società del peccato di Adamo ed Eva?

          • To.ni scrive:

            Filoxyzwk
            Ma lo capisci o no che con la tua attività schizoide (sgamata con 10 di nick diversi) non hai nessuna credibilità. Una battaglia sostenuta da te, che hai dato prova di non avere nessuna dignità, equivale a zero. Se io fossi il tuo dirigente, in queste operazioni che fai qui ne hai sicuramente uno, ti consiglierei : “Filomena…dai … riposati … 5 anni, …fatti dimenticare … levati dalle b ….”
            Solo il fatto che hai la faccia come il c non ti permette di fare quello che ogni persona normale farebbe.

          • giovanna scrive:

            Cara luca-xyzwk….dai, solo due nick che si danno ragione da soli !
            Non ci sono più i multi-troll horror di una volta !
            Su, come minimo ci vuole un altro nick d’appoggio !
            O Cannone è già un altro nick d’appoggio ? E’ particolarmente aggressivo e volgare, ma già hai avuto dei multi-nick- horror molto aggressivi e volgari, molto volgari ,quindi non mi meraviglierei..
            Cioè, non so se Cannone è un multi-nick-horror, ma di sicuro è un multi-nick, dato che ha già scritto la stessa cosa, nelle vesti di ennio :

            23 maggio 2015 alle 20:55

            “guarda che se le nostre leggi aborto e divorzio compresi non ti stanno bene puoi anche fare armi e bagagli e andartene da qualche altra parte. nessuno ti trattiene,cosi eviti di finanziare con le tue tasse “olocausti” ,tra l’altro. un po’ di coerenza,cristianisti.”

            Per Toni : non so se mi hanno più pubblicato una risposta ad una tua affermazione e per sicurezza lo riscrivo.
            Ecco, non credo che questo multitroll-horror possa mai recepire come una resa il fatto di non risponderle, casomai il contrario ! Per lei è una resa del “nemico” ogni volta che si interagisce con lei !
            E i nick che usa non sono una decina, ma decine e decine !
            Solo negli ultimi pochissimi giorni, di sicuro, Xyzwk, Bob, Daniele, Luca, Cirino, Gennarino…in questo periodo ha una decisa predilezione per i nick maschili…si sente più autorevole ! Ma ha già usato Gianni, Lucillo, Giovanni, Antonio, Giovanni Antonio, Gennaro, Carlo….
            Toni, hai dato un’occhiata ai link che ho messo nei commenti all’iniezione mortale in Belgio ?
            Roba da paura !
            Ti lascerei un altro link dell’anno scorso, un’unica discussione in cui interviene come Chiara, Giovanni, Bifocale, Filomena, ma se vuoi trovatelo da solo, digitando Lopez, che coi link mi pubblicano il commento un secolo dopo !

            • To.ni scrive:

              Cara Giovanna,

              conosco fin troppo bene Filomena e varianti schizofreniche con le quali si presenta. Ho capito anche che ha sviluppato pure una sorta di dipendenza psicologica, come un tossico dipendente che non può rinunciare alla “dose”, che l’induce ossessivamente a esternare il proprio mortorio interiore qui. Quando dico che una persona normale, se fosse sbugiardata per come è successo a lei (o lui) avrebbe intrapreso altre vie, non lo dico per infierire, ma perché è la pure e semplice verità.
              Trovo che il punto è un altro: non mi curo affatto sul come lei mi possa percepire. Il problema della “resa” con lei non è significativo dato che non può avere credibilità una che ha fatto quello che ha fatto. Se mi fosse interessato non rivolgerei nei confronti suoi e di Shiva101 attacchi pesanti e diretti. Cosa che faccio convintamente stante che credo di possedere un lasciapassare di diritto fondato sul fatto che nulla raggiunge il loro livello di delirio misto a volgarità (bestiale per Shiva, educato per Filomena). Ma diversamente da te credo solo che ogni “insolente” che incontriamo qui, non è in grado di esprimere una qualità diversa di quella di Luca, Michelel, Filomena ecc. E quando sopra Filomena (nella versione Luca) si presenta con la sciocca accusa che la Chiesa oggi “impone “da sola a tutti un modo di vivere, affermazione che echeggia (tanto per cambiare) lo “strapotere culturale” che attribuisce sempre alla Chiesa il Filo-Bob, ci troviamo difronte ad una idiozia, ad una occlusione mentale, una malafede così evidente che grida vendetta. E su tale cosa bisogna rispondere perché può succedere che in qualcuno tale stupidaggine, dato che l’unico talento che hanno è profumare escrementi, non dico possono fare breccia, ma può insinuare dei dubbi.
              Io l’unico dubbio che ho è circa la mia modalità operativa, spesso reattiva, che può essere controproducente. Ma trovo che sia bene quando Emanuele, Eques, Raider Cisco… rispondono in maniera pacata, ponderata ed anche ironica. Trovo che si traduce in un bene per tutti, indipendentemente dal fatto che gli Xypatologici rimarranno tali.
              D’altro lato cosa potrebbe indurre certi soggetti ad andarsene di qua? Pensi che il non rispondere risolverebbe qualcosa? Continuerebbero a svolazzare come corvi.

              PS: Hai visto in giro Nino? Vuoi vedere che è diventato nonno e non ci ha partecipato l’evento?

            • To.ni scrive:

              Cara Giovanna,

              Riscrivo un post , giustamente in moderazione (e probabilmente rimosso), per affermazioni che ad una seconda lettura avrei sicuramente omesso.

              Conosco fin troppo bene Filomena e varianti schizzo con le quali si presenta. Ho capito anche che ha sviluppato una sorta di dipendenza psicologica che l’induce ossessivamente a esternare qui il proprio mortorio interiore. Quando dico che una persona normale, se fosse sbugiardata per come è successo a lei (o lui) avrebbe intrapreso altre vie, non lo dico per infierire, ma perché è la pure e semplice verità.

              Trovo che il punto è un altro: non mi curo affatto sul come lei mi possa percepire. Il problema della “resa” con lei non è significativo dato che non può avere credibilità una che ha fatto quello che ha fatto. Se mi fosse interessato non rivolgerei nei confronti suoi e di Shiva101 attacchi così diretti. Cosa che faccio convintamente stante che credo che nulla raggiunge il loro livello di delirio misto a volgarità (bestiale per Shiva, educato per Filomena). Ma diversamente da te credo solo che “le civilissime persone” che incontriamo qui, non sono (tranne rare eccezioni, AndreaUDT è una, nonostante le differenze di vedute non posso negare l’onestà intellettuale) in grado di esprimere una qualità diversa di quella di Luca, Michelel, Filomena ecc. E quando Filomena (come sopra nella versione Luca), si presenta con la sciocca accusa che la Chiesa oggi “impone “da sola a tutti un modo di vivere, affermazione che echeggia (tanto per cambiare) lo “strapotere culturale” che attribuisce sempre alla Chiesa il Filo-Bob, ci troviamo difronte ad una stupidaggine, ad una ostruzione mentale, una malafede così evidente che grida vendetta. E su tale cosa bisogna rispondere perché può succedere che in qualcuno tale stupidaggine, dato che l’unico talento che hanno è profumare pupù, non dico possono fare breccia, ma può insinuare dei dubbi.
              Io l’unico dubbio che ho è circa la mia modalità operativa, spesso reattiva, che può essere controproducente. Ma trovo che sia bene quando Emanuele, Eques, Raider, Cisco, … rispondono in maniera pacata, ponderata ed anche ironica. Trovo che si traduce in un bene per tutti, indipendentemente dal fatto che i Xypatologici rimarranno tali.
              D’altro lato cosa potrebbe indurre certi soggetti ad andarsene di qua? Pensi che il non rispondere risolverebbe qualcosa? Continuerebbero a svolazzare come corvi.

              PS: Hai visto in giro Nino? Vuoi vedere che è diventato nonno e non ci ha partecipato l’evento?

              • giovanna scrive:

                Sì, caro Toni, sono convinta che il non rispondere alla multitroll-horror sia l’unico modo per farla smettere di importunare !
                Ti assicuro che fa male, molto male, vedere come è riuscita a prendere noi lettori di Tempi, che le abbiamo risposto per mesi e mesi, con tutte le sua identità multiple, tra cui Filomena, Lucillo, Giovanni Cattivo, Carlo, Valentina ecc ecc ….oggi Xyzwk, Bob, Daniele, Gargamella , Luca, Pirro ecc ecc.
                Non è possibile che possa continuare ad averla vinta come niente fosse.
                Lo vedi che quando tu le rispondi quasi fa le fusa ?
                Una risposta secca, come Cisco, o distaccata, come Emanuele e Raider, o spazientita come Eques, può anche andar bene,sempre nella consapevolezza dell’imbroglio che ha imbastito e continua ad imbastire, ma senza darle quella confidenza cui anela e che tu le dai, perché sei una persona buona.
                Invece,questa multitroll è una persona cattiva, se leggi alcune discussioni passate, o anche odierne ( come Gelsomina o qualcosa di simile ) , c’è da rabbrividire per l’abisso di malvagità e volgarità che ha dentro, nonostante tutti i camuffamenti possibili e immaginabili.

    • Cannone scrive:

      Se i ciellini e i cattolici pagano tasse che finanziano quello che reputano “un olocausto” e affollano ospedali in cui avverrebbero “omicidi”, di che meravigliarsi ?

      • Cannoncino scrive:

        Sempre a fare la morale a questo e a quello …proprio voi “cristianisti” che avete la più schifosa e miserabile storia di orrori che si ricordi.guardate in casa vostra che è meglio, ridicoli.quella 194 che non vi va giù ve la dovrete cuccare per secoli.e se non vi sta bene potete andare fuori dai c…..i.

        • Obice da 120 scrive:

          …..sarai te e quelli come te che sarete COSTRETTI ad andare fuori dai cosidetti.
          Non costretti da noi, non sarebbe nemmeno giusto, ma costretti dallo stato delle cose che imporrà l’evoluzione politico-sociale e – speriamo di no – militare.
          Pensate di essere sul punto di vincere il mondo?
          Farete più fragore quando crollerete.
          La più miserabile e schifosa storia di orrori che l’umanità ricordi l’avete creata voi ateo-materialisti di qualunque fogna, sia quella comunista che quella ultra-liberista attualmente in auge, tra regimi polizieschi, genocidi su base ideologica e religiosa, massacri coloniali e depredazione di stati “sottosviluppati”.

          • Cannone scrive:

            Guarda, i conti con quelli come te li abbiamo chiusi militarmente un bel po di tempo fa. Alla bisogna ovviamente restiamo sempre pronti. Come vedi il problema è tutto tuo : evidentemente questo non è il tuo paese.

            • Cannone scrive:

              Per inciso,gli stracci come te credo abbiano tutto l’interesse a che questo sistema vada avanti….ah ah ah

              • To.ni scrive:

                Paperotto Helveticus con cannone giocattolo
                Che conti militari devi chiudere tu, ed eventualmente aprire, mister pannolone max, dato che non capisci neanche quello che scrivi (“orrori della storia”) e rispondi come un imbecille al giusto ceffone che ti richiama a te stesso. Farnetichi una accozzaglia di parole, degne di un ignorante bestiale da far impallidire chiunque, solo per il gusto di entrare in una discussione per vomitare insulti. Non sei mai stato in grado di dire tre parole per motivare l’insulso che non riesci a contenere.

        • SUSANNA ROLLI scrive:

          Cannoncino! Pensa se i tuoi ti avessero abortito! OOps!

      • Emanuele scrive:

        Caro piccolo artiglierie,

        i cattolici sono OBBLIGATI a pagare le tasse in virtù di due doveri:

        1. Morale. Infatti le tasse servono prevalentemente per scopi buoni come curare i malati, istruire, fare ricerca, pagare le pensioni, etc. Purtroppo non esiste una voce delle tasse distinta per le cure e per gli aborti a cui fare obiezione.

        Evitando di pagare le tasse, o una parte, si rischierebbe di ridurre tutti i servizi buoni, perché lo stato potrebbe dirottare le risorse dalla cura dei malati all’aborto.

        Se lo stato fa un cattivo uso delle tasse, non si può certo dare le colpe a chi paga le tasse, soprattutto a coloro che lo esortato ad usarle bene. Il dovere del cittadino è pagare le tasse e vigilare su come vengono usate tramite il voto e le manifestazioni (cosa sempre fatta da almeno buona parte dei cattoloci), il dovere dello stato è usare le tasse per fini buoni.

        Secondo il tuo ragionamento tu sei responsabile, pagando le tasse, dei privilegi che spettano alle varie caste e delle pensioni d’oro, tutte cose sancite per legge. Sei anche responsabile di tutte quelle condotte che avvengono negli enti vari che pur essendo illecite, sono ormai di pubblico dominio.

        2. Civile. Lo stato rappresenta un’autorità ed in virtù di essa OBBLIGA i cittadini a pagare le tasse. Non esiste la possibilità di obiezione di coscienza alle tasse, chi lo fa rischia personalmente. Lo stato può rivalersi rifacendosi sui beni e sulle proprietà.

        L’obiezione di coscienza resta quindi un gesto dall’alto valore simbolico che però non può considerarsi un dovere morale per tutti (mentre è un dovere per lo stato usare le tasse a fin di bene). Ci sono comunque molte persone che lo fanno es. Associazione Giovanni XIII.

        L’ultimo punto è puro vaneggiamento… Dove dovrebbero curarsi i cattolici? Io vado all’ospedale per curarmi, non per divertimento. Nuovamente, come posso essere corresponsabile delle condotte malvage lecite (aborto, fivet, etc.) o illecite (corruzione, nepotismo, clientelismo, etc.), se lo stato permette queste cose. In base al tuo ragionamento, andare all’ospedale sarebbe immorale per chiunque.
        ____

        Comunque, lasciando perdere i vaneggiamenti , quel che i cattolici devono fare è: contrastare l’aborto diffondendo le corrette informazioni, aiutando i CAV e gli altri centri di aiuto alla maternità, sbugiardando chi sostiene l’aborto, pregando, partecipando alle manifestazioni pro-life.

        Ci scommetto che mediamente sono molti più i cattolici che fanno le cose da cui sopra che quelli che come te provocano, ma in fondo non fanno nulla per combattere corruzione e malaffare…

  8. Matteo scrive:

    In ogni caso, il silenzio dei sostenitori di laicità, aborto, eutanasia e quant’altro che di solito frequentano queste pagine è davvero assordante in tutta questa faccenda!

  9. Cisco scrive:

    «Prendere in giro la religione è puerile. (…) Espone a uno stato di perpetua adolescenza che ha qualcosa a che fare con i propri genitori – si stanno ancora ribellando a papà, in qualche modo»

    Non so perché ma mi viene in mente un certo Tony Caproni: a proposito, ma dove’è finito quello scellerato quanto simpatico giullare?

    • yoyo scrive:

      Credo ora faccia la donna cannone.

      • camerata Joe scrive:

        Attenti: yoyo e’ sionista. A parole si dice contro l’aborto, ma poi sostiene ISraele che lo pratica su larga scala.

        • Sebastiano scrive:

          Sei lo stesso sbronzo di prima, giusto?

          • Camerata Joe scrive:

            Sì, sono io, ancora lucido, certamente più della trottola sionista o del filibustiere di Calascibetta. Eppure non rispondete mai nel merito: se Israele fa praticare aborti in massa, perché non lo denunciate mai? Che servilismo verso la ignobile entità sionista.
            Guardate poi la foto sopra della femminista lesbica vostra amica: questa donna è un mostro.
            Un caro saluto dal Vostro amico il
            Camerata Joe

            • To.ni scrive:

              Come rispondere nel merito ad una boiata da parte di un interlocutore che è convinto di aver detto chissà quale perla. A provarci a riflettere un attimo …. no?
              L’aborto in Israele provoca un dibattito serrato tra laici e credenti. Se i numeri delle donne che ricorrono a tale pratica sono più o meno alti rispetto ad altre nazioni non lo so, ma non è neppure importante dato che per la Chiesa è sempre un crimine. Detto questo, il punto è un altro, ed è il significato che assume per te l’aver tirato in ballo questo argomento .
              Lo hai fatto perché preoccupano per i non nati in Israele ? Conoscendoti sicuramente no. Li vorresti tutti mort (intendo tutti gli israeliani)i… lo hai quasi affermato non lasciando spazia dubbi in vecchie discussioni.
              Sei quello, e non credo di sbagliate (lo stile è inconfondibile , che chiamava crimine contro l’umanità la distruzione della Germania alla fine della seconda guerra mondiale.
              Puoi dedurre che l’essere sbronzo sarebbe stato una bazzecola per te dato che, purtroppo porti un insania 100 volte più grave .

              • camerata Joe scrive:

                Lei mi conosce? Ma io non conosco lei. Lo riconosco dalla sua prosa sbilenca pero’, e dalla bieca malvagita’ di chi fa la morale e serve il male sionista. Dove avrei scritto che voglio gli israeliani morti? Io auspico solo che l’entita’ sionista venga spazzata via, e che gli ebrei tornino a vivere tranquilli, magari in ghetti ben amministrati da eccelsi, adamantini pontefici. Un saluto cordiale dal vostrp
                Camerata Joe

                • camerata Joe scrive:

                  Dibattito serrato tra laici e credenti
                  Stile obamiano: il ciellinismo ormai ha tra i suoi capofila invertiti stramilionari ed ora anche la perversa e inguardabile camille paglia. Consideratemi vostro,
                  Camerata Joe

                • To.ni scrive:

                  Camerata Joe, c’è di peggio della mia prosa. Non ti preoccupare, se hai capito che ti considero un razzista, con tratti demenziali ed ossessivi (sionisti, sionisti, sionisti, sionisti…. ) siamo a posto. Questo voglio dirti, non intendo aggiungere altro.
                  Se ho scritto male questo, e non ti è chiaro… attendo suggerimenti, perché te riscrivo finché campi.

                  • To.ni scrive:

                    te lo* riscrivo finche campi.
                    (cosi è chiaro…mi pare)

                    • camerata Joe scrive:

                      Si. Sono razzista, fascista, omofobo e sessista. Lei riesce solo a essere la terza cosa. Ma la rieducazione demomosessualista le togliera’ il vizio. D’ altra parte, come dichiarato in puro stile democristiano al precedente family gay, voi non siete contro nessuno: potrebbe nuocere agli affari. Stia bene, suo
                      Camerata Joe

                    • Sebastiano scrive:

                      To.ni, scusa se intervengo qui ma era solo per dire a Joe che era inutile indicare in premessa tutti quegli aggettivi. E per la verità era inutile anche il resto della sua pappardella.
                      Bastava che dicesse: “sono un coglxxne” ed era più semplice anche per lui. Per noi era chiaro e lampante già da tempo.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana