Google+

Per salvare le commesse di Finmeccanica in India si muove Monti? No, Cameron

febbraio 19, 2013 Massimo Giardina

Il premier britannico vola in India per cercare di salvare in extremis la commessa di Finmeccanica. Il Governo italiano tace.

Chi ci pensa alle aziende italiane e in particolare alla martoriata Finmeccanica che ha praticamente perso una commessa indiana da mezzo miliardo di euro? La risposta va cercata al di fuori dei confini italiani e bisogna andare all’indirizzo 10th Downing street, London dove ha la sua abitazione il primo ministro britannico David Cameron.
Il premier di sua maestà è volato a New Delhi a seguito della visita in India del presidente francese François Hollande lo scorso fine settimana che ha fruttato al governo d’oltralpe business per 4 miliardi di euro e la commessa dei 12 elicotteri di Agusta Westland.

GLI INTERESSI COMUNI. Italia e Inghilterra hanno interessi comuni in questo campo perché la controllata di Finmeccanica ha la propria sede in territorio anglosassone a seguito della fusione che avvenne tra la Augusta e la Gkn-Westland. Quest’ultima dopo cinque anni decise di cedere le propria partecipazione a Finmeccanica che ne divenne l’unica proprietaria.
Altro elemento di interesse che ha mosso Cameron riguarda il sito produttivo di Yeovil dove sono prodotti gli elicotteri oggetto della commessa indiana.
«AgustaWestland è una società eccellente con personale preparato e che produce elicotteri d’avanguardia» ha chiosato il premier inglese, che sulle presunte tangenti si è limitato a dire che «quanto è accaduto riguarda per il momento le autorità italiane e indiane».

IN ITALIA IL GOVERNO TACE. Nello stesso tempo è atterrato a Roma un funzionario del ministero della Difesa indiano per raccogliere le documentazioni raccolte dalla Procura e incontrare i magistrati di Busto Arsizio che hanno richiesto l’arresto dell’amministratore delegato Giuseppe Orsi.
Da parte del Governo italiano non sono ancora giunte notizie su provvedimenti per cercare di sanare la situazione a favore dell’azienda varesina.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana