Google+

Per riscoprire Sheryl Crow ascoltate “100 miles from Memphis”

giugno 15, 2012 Carlo Candiani

È stata la stessa Sheryl Crow ad avvisare i suoi fan attraverso Twitter: ancora una volta nella sua vita doveva fare i conti con un tumore. Già nel 2006 dovette sospendere la sua attività artistica dopo che le fu diagnosticato un cancro al seno, ora si tratta di una forma tumorale benigna al cervello. La […]

È stata la stessa Sheryl Crow ad avvisare i suoi fan attraverso Twitter: ancora una volta nella sua vita doveva fare i conti con un tumore. Già nel 2006 dovette sospendere la sua attività artistica dopo che le fu diagnosticato un cancro al seno, ora si tratta di una forma tumorale benigna al cervello. La “song-writer”americana racconta di avere avuto sospetti del suo stato di salute quando durante una tournée ha ripetutamente dimenticato i testi delle canzoni che stava interpretando. Veloci esami e poi la diagnosi, che pur essendo grave ha evidenziato la situazione embrionale e benigna, rassicurando in qualche modo la cantante che si dichiara tranquilla sull’esito positivo e comunica di essere felice e di lavorare per il prossimo disco.

Una vita personale travagliata quella di Sheryl Crow artista cinquantenne molto conosciuta in patria, dove raggiunse il successo già con il primo disco, Tuesday Night Music Club nel 1993. All’interno il suo brano più conosciuto, quel Run Baby Run più volte coverizzato e usato per spot pubblicitari. Una donna tipicamente americana, con una vita movimentata e piena di esperienze (anche negative) nel mondo musicale, dall’università artistica all’insegnamento, presto lasciato per la carriera professionistica che la vede iniziare come corista di Michael Jackson tra il 1987 e l’89. Introdotta nell’ambiente conoscerà un sacco di colleghi, realizzando collaborazioni e duetti di indubbia importanza.

Abbonata ai Grammy Awards, valente strumentista sulle orme inconfessate di un’altra protagonista della pop song a stelle strisce, Carole King, spazia dal country al funk, dal blues al rock, sempre con  buoni esiti. Come per esempio accade con il suo ultimo cd, 100 miles from Memphis. Uscito nell’estate del 2010, è un ottimo prodotto di intrattenimento, in cui la cantante recupera le radici dell’“easy soul”, mescolato a una buona dose di elegante pop, stile Motown anni ’70, quello di Marvin Gaye, Stevie Wonder, Diana Ross e naturalmente dei Jackson Five di Michael a cui, in coda al disco, tributa il classico I want you back. Grande intrattenimento, arrangiamenti tra fiati rhythm’ n blues in grande spolvero, coretti intriganti e sincero divertimento, con un gioiello sopra tutti: la cover di Sign your name di quel simpaticone di Terence Trent d’Arby. Una versione indimenticabile, calda e appassionata, in una parola lussureggiante. Da non perdere.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. Teodoro Kees scrive:

    One thing is the fact that one of the most prevalent incentives for utilizing your credit cards is a cash-back or even rebate supply. Generally, you’ll get 1-5% back in various purchases. Depending on the credit cards, you may get 1% again on most expenses, and 5% back again on expenditures made from convenience stores, gas stations, grocery stores and also ‘member merchants’.

  2. Thank you sharing these kinds of wonderful blogposts. In addition, the optimal travel as well as medical insurance program can often relieve those considerations that come with touring abroad. The medical emergency can soon become too expensive and that’s certain to quickly slam a financial burden on the family’s finances. Putting in place the excellent travel insurance offer prior to setting off is definitely worth the time and effort. Thank you

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana