Google+

Per i No Tav gli arresti di oggi sono «le solite operazioni ad orologeria»

novembre 29, 2012 Marco Margrita

Di fronte ai 19 provvedimenti cautelari e le perquisizioni nella abitazioni di presunti appartenenti all’ala violenta No Tav, Alberto Perino ha accusato la Procura di fare gli interessi di Ltf

E Alberto Perino parlò come Berlusconi: «Solite operazioni ad orologeria». Di fronte ai 19 provvedimenti cautelari (arresti, obbligo di firma o di dimora) e le perquisizioni nella abitazioni di presunti appartenenti all’ala violenta No Tav, così si è espresso il leader trenocrociato, che accusa tra l’altro la Procura di fare gli interessi di Ltf, la società responsabile della parte comune italo-francese del futuro collegamento ferroviario tra Torino e Lione.

Le misure cautelari sono state spiccate in riferimento all’aggressione della troupe del Corriere della Sera e dell’assalto allo studio Geovalsusa, tra i partecipanti alla gara per l’assegnazione di una parte dei lavori.
La troupe venne assalita da un gruppo di facinorosi che, oltre a minacciare e costringere gli operatori ad allontanarsi, impedendo loro la realizzazione del reportage, sequestrarono il loro veicolo, sottraendo ai malcapitati documenti e oggetti. Oltre a danneggiare le loro attrezzature tecniche. L’episodio lo scorso 29 febbraio, nei pressi dell’autostrada A32 Torino-Bardonecchia, nel tratto del comune di Chianocco.
Le persone arrestate sono due anarchici, il roveretano Massimo Passamani già agli arresti per associazione a delinquere e un romano.

I sette arresti per l’irruzione negli uffici torinesi della Geostudio, invece, sono stati eseguiti a carico di esponenti dell’area antagonista torinese, riconducibile ai centri sociali Askatasuna e Gabrio. Per questo episodio sono state eseguite anche sei perquisizioni: due a Torino, due a Trento, una a Roma e una a Como.
Tra i provvedimenti restrittivi vi è il divieto di dimora a Torino per Francesco Richetto, considerato uno dei leader del movimento.

Le forze dell’ordine, inoltre, hanno smantellato a Chiomonte la baracca-presidio No Tav, che era statarealizzato su un terreno di proprietà dell’Anas. Posta inoltre sotto sequestro preventivo la baracca costruita dai No Tav in località Gravella, sempre a Chiomonte, su un terreno privato di cui era stata denunciata l’occupazione abusiva. Per eseguire i provvedimenti della magistratura torinese è stato impiegato un contingente di polizia.
L’operazione è in corso dall’alba, ad opera degli uomini della Digos.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.