Google+

Per fortuna è finita l’estate dei film orridi

settembre 4, 2017 Simone Fortunato

Due mesi in sala, da soli, a vedere pellicole trascurabili, volgari e scontate

Spider-Man-Homecoming (1)

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Ok, quindi abbiamo fatto delle vacanze particolari. Quest’anno niente mare, zero spiaggia, niente cavalloni con mezzo Salento che te s’infila nel costume. E abbiamo anche sfangato il pacchetto combo: gita tragica in montagna più zainetto portabimbi uguale ernia discale S5-L1. Quest’anno abbiamo fatto le vacanze al cinema. Due mesi secchi: 1 luglio – 31 agosto. Avete presente: quei casermoni squadrati, l’aria condizionata a palla, le poltrone comode di un tessuto indefinibile, che te viene caldo solo a guardarle. I popcorn, la coca, il gelato al gusto cozza caramellata. Tutto bene e bello: se non che non c’erano film decenti, a parte l’ennesimo Spider-Man, l’ennesimo Transformers e l’ennesimo Cattivissimo me. È stata una lunga, dolorosa traversata nel deserto dei film orridi. Abbiamo visto due cose terribili con Nicolas Cage: Cane mangia cane è un noir violento ma narrativamente goffo; era peggio USS Indianapolis dove la vicenda dell’affondamento del celebre incrociatore diventava una sorta di Independence Day con effetti speciali vetusti e un dosaggio di retorica esageratamente alto. Il fatto è che d’estate nessuno va al cinema ma i cinema rimangono aperti e tristemente vuoti. Hai voglia: escono cose come il remake volgare dei Chips e quello di Baywatch dove la gag più riuscita riguardava l’erezione di un aspirante bagnino davanti alla bonazza di turno. E ancora: thriller evitabili come Wish Upon con al centro una ragazza che ottiene ciò che desidera da un carillon magico e maledetto o Black Butterfly, un thriller alla Misery non deve morire.

Il resto, eccezion fatta per il notevole Annabelle 2, horror elegante e raffinato, era un mix di fondi di magazzino e film non proprio memorabili: uno spy movie sudcoreano (Operation Chromite) o l’ineffabile Andron – Black Labyrinth, datato 2015, un incrocio trash tra Hunger Games e Saw con un cast altrettanto ineffabile (Alec Baldwin, Danny Glover e Skin). Il cinema che conta era confinato nelle arene estive tra le zanzare o andava visto all’estero. Dunkirk, per dire, che esce il 31 agosto, è nelle sale di tutto il mondo da metà luglio. In tutto il mondo non è un modo di dire: il film di Nolan è uscito in posti come Vietnam, Cambogia, Malesia, Lituania, Kuwait. Qui da noi le briciole, anzi nemmeno quelle: film mediocri che non avrebbero nessuna possibilità di funzionare sotto le maggiori festività, figurarsi a metà agosto, quando tutti sono in vacanza. Tranne noi.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi