Google+

Per costruire il bene comune in una società plurale non si può fare a meno della religione

novembre 17, 2012 Giovanni Ferrari

Fondazione Oasis, fondata dall’arcivescovo di Milano Angelo Scola, ha organizzato ieri sera l’incontro “Religione, società plurale e bene comune”. Cronaca.

«Promuovere la reciproca conoscenza e l’incontro tra il mondo occidentale e quello a maggioranza musulmana». È questa, in sintesi, la mission principale della fondazione Oasis, nata nel 2004 grazie all’intuizione del cardinale Angelo Scola, oggi arcivescovo di Milano. È con questo intento che con l’Arcidiocesi di Milano e con la casa editrice Centro Ambrosiano è stato organizzato ieri sera l’incontro “Religione, società plurale e bene comune”.

MUSULMANI, CHANCE PER MILANO . «Per sostenere i cristiani che vivono nei paesi a maggioranza musulmana è necessario conoscere le persone che vivono accanto a loro tutti i giorni» attacca Maria Laura Conte, anticipando il metodo di lavoro di Oasis, di cui è direttrice. Un metodo che richiede un impegno quotidiano per conoscere l’altro e che può anche portare ad una presa di coscienza più consapevole di sé, come ricordato da Paolo Branca, professore di Islamistica presso l’università Cattolica di Milano: «Il fatto che una città come Milano abbia una presenza rilevante di musulmani e di cristiani che vengono da molti paesi del Nordafrica e del Medio Oriente (come dimostrano le 50 mila presenze di egiziani) non può che essere una chance per noi».

IL RUOLO CHIAVE DELLA RELIGIONE. In questo senso, la strada giusta è quella del dialogo interreligioso, come spiega Asfa Mahmud, presidente del Consiglio direttivo della Casa della cultura islamica di Milano: «La religione dovrebbe aiutare l’uomo a rispondere alle domande fondamentali della sua vita, mentre invece noi tendiamo a ridurre l’esperienza religiosa a un insieme di atti e credenze che riguardano solamente la nostra vita personale e privata». La conoscenza e il fattore religioso, invece, servono per collaborare al bene comune. «È necessario però un senso di solidarietà e di familiarità verso gli altri» spiega Giovanna Rossi, docente di Sociologia della Famiglia e Servizi alla persona all’università Cattolica di Milano che, studi statistici alla mano, ha dimostrato come il fattore della famiglia abbia un ruolo cruciale in questo processo, perché è proprio dalla famiglia che inizia la mediazione interculturale.

BENE COMUNE IN UNA SOCIETÀ PLURALE. A concludere il dibattito, il professore Martino Diez: «Questa pluralizzazione della società può certamente indurre a un conflitto, ma il consenso che è emerso stasera è positivo soprattutto per quanto riguarda il ruolo che le religioni possono avere nella costruzione del bene comune». Come ha ricordato il professore di “Lingua e cultura araba” in Cattolica, se si intende la testimonianza non come un dibattito teorico, ma come il rapporto del singolo con la verità, si può continuare su questa strada partendo dalla propria identità.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. La nuova società che dovrà nascere dalle ceneri di quella attuale, non poggerà le fondamenta sulle religioni attuali ma su una rifondata spiritualità che ancora non ha visto la luce ma che il suo profumo aleggia già.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

Al volante della SUV “low cost” che migliora nei contenuti e nella guida mantenendo invariato il prezzo. Dacia ha vinto di nuovo la scommessa e ora offre una Duster più appetibile che mai

L'articolo Prova Dacia Duster 2018 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download