Google+

Pensioni: le donne sono di più, ma guadagnano meno

agosto 2, 2013 Redazione

La spesa pubblica per le pensioni nel 2011 è stata del 16,85 per cento sul Pil. L’Istat e l’Inps hanno calcolato che 9,46 per cento è stato assorbito dagli uomini e il 7,39 dalle donne.

Le pensioni percepite sono più alte per gli uomini. Il giudizio sintetico viene espresso in una ricerca congiunta tra Inps e Istat che hanno rilevato per l’esercizio 2011 una differenza tra uomini e donne in termini di importo medio annuale: 14.459 euro per i primi e 8.732 euro per le seconde. Le prestazioni pensionistiche sono classificate in sette tipologie: di vecchiaia, di invalidità, ai superstiti, indennitarie, di invalidità civile, sociali e di guerra e un soggetto può essere titolare di più trattamenti pensionistici (vedi tabella).

Il totale delle remunerazioni ha un’incidenza sul prodotto interno del 16,85 per cento e negli ultimi anni l’andamento crescente della spesa è stato più accentuato per le pensioni maschili, dall’8,07 per cento del 2001 si è, infatti, passati al 9,46 per cento del 2011, mentre per le donne dal 6,47 per cento al 7,39.

Per quanto riguarda le classi di reddito, emerge che il 25,8 per cento dei pensionati di sesso maschile percepisce un pensione uguale o superiore ai 2.000 euro, assorbendo il 50 per cento della spesa pensionistica destinata agli uomini; gli stessi valori scendono al 10,8 per cento con un assorbimento 26,9 per cento per le donne. Nella classe di reddito sopra ai 3.000 euro mensili, le differenze sono ancora più marcate: le donne sono solo il 2,3 per cento del totale e assorbono una spesa pari all’8,5 per cento di quella a loro destinata, gli uomini sono l’8,4 per cento, per una spesa pari al 23,6 per cento. Nelle classi di reddito più basse le pensionate sono la maggioranza, infatti il 53,5 per cento percepisce una pensione mensile inferiore ai mille euro. Gli uomini che ricevono meno di mille euro al mese sono il 33,5 per cento per il 12,3 per cento della spesa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana