Google+

Parisi a Milano unisce. La sinistra rimane divisa

marzo 18, 2016 Redazione

Le polemiche romane non intaccano l’unità del centrodestra per la corsa al Comune. Maltese rifiuta di candidarsi e si converge su Rizzo. Ferlini correrà con Beppe Sala

Sabato 19 marzo sia Beppe Sala (centrosinistra) sia Stefano Parisi (centrodestra) presenteranno il loro programma per Milano. Ad oggi, ancora non si sa la data del voto, anche se ormai tutti i quotidiani, dall’Unità al Corriere della Sera, scrivono che «di sicuro si andrà al ballottaggio» (quando? A giugno? Il rischio astensione aumenta).

LE PAROLE DI PARISI. Sui giornali appaiono oggi due interviste a Parisi, al Corriere e al Giorno, in cui il candidato spiega che lo scontro sulle candidature a Roma lo ha amareggiato, «però, nonostante questo confronto duro, nelle ultime ore mi è arrivato un supporto incondizionato. È questo a rendermi fiducioso: sappiamo tutti che Milano è il luogo da cui ripartire e rigenerarsi. (…) A Milano possiamo davvero lanciare una politica liberale ma non elitaria, fatta per la gente e per il popolo. Meno pressione fiscale, meno vincoli, meno regole soffocanti».
Un esempio spicciolo, ma significativo, lo segnala Libero, a cui Parisi confida essere sua intenzione rivedere il sistema degli autovelox in città. Secondo Parisi vanno mantenuti solo là dove servono effettivamente a garantire la sicurezza, non per fare cassa a spese dei cittadini come avvenuto con la giunta Pisapia (tanti autovelox sparsi per la città e seminascosti).

SALVINI: UNITI CON PARISI. Roberto Maroni e Matteo Salvini si sono incontrati ieri ad un convegno ed è stata l’occasione in cui il governatore lombardo ha ribadito la sua posizione dopo le polemiche Fi-Lega sulle candidature di Roma: «Se sto con Salvini o Berlusconi? Io sono della Lega e sto con la Lega, ovviamente. Sono interessato a tenere insieme il centrodestra», ha detto, «perché da governatore è la mia maggioranza». Lo stesso Salvini ha spiegato che nel capoluogo lombardo, rispetto a Roma, è tutta un’altra storia: «A Milano siamo stati bravi e fortunati perché con Parisi, uniti, si vince. E spero che la stessa unità ci sia anche nelle altre città».

NOMI PER SALA. Dopo Gherardo Colombo anche l’ex giornalista di Repubblica, Curzio Maltese, ha annunciato che non si candiderà a guidare la sinistra. È per questo che ora torna a farsi largo il nome di Basilio Rizzo, presidente del consiglio comunale: «Se ci sono le condizioni per cui il candidato lo faccia io, mi sono messo a disposizione come ultimo della lista. Per farlo, però, serve che mi venga chiesto, che tutti siano d’accordo e che non sia solo una cosa di parte».
Intanto si fanno i primi nomi, non ancora confermati, per la lista di Sala: si va dal direttore del Museo della Scienza e della tecnica Fiorenzo Galli al compositore Alberto Veronesi (figlio dell’oncologo Umberto), da Franco D’Alfonso – quello del caso Dolce e Gabbana – a Massimo Ferlini, vicepresidente della Compagnia delle Opere.

Foto Ansa


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. recarlos79 scrive:

    mettetela come vi pare, ma un cambiamento per l’italia non verrà da forza italia, data la composizione del suo elettorato che comprende quei settori dell’italia che vogliono solo mantenere il loro status protetto.
    forse la speranza può venire da una sinistra che rompe con i vecchi del partito e si avvicina ai partiti socialdemocratici d’europa. certo di strada ancora ne deve fare.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana