Google+

Papa Francesco cambia la squadra della Commissione di vigilanza Ior

gennaio 15, 2014 Redazione

Entrano i cardinali Schonborn, Collins, Santos Abril, e il segretario di Stato Parolin. Confermato Tauran. Escono i cardinali Bertone, Calcagno, Scherer e Toppo.

Cambio nella squadra della Commissione cardinalizia di vigilanza dello Ior. Papa Francesco oggi ha nominato, per il prossimo quinquennio, nuovi membri: entrano l’arcivescovo di Vienna, cardinale Christoph Schonborn, l’arcivescovo di Toronto Thomas Collins, il cardinale Santos Abril y Castello (che è anche arciprete di Santa Maria Maggiore), il segretario di Stato vaticano Piero Parolin, prossimo cardinale dal 22 febbraio. È stato riconfermato il cardinale Jean Luis Tauran, che già fa parte della Commissione referente sullo Ior. Fuori dalla commissione invece il cardinale Tarcisio Bertone, ex segretario di Stato, il cardinale Domenico Calcagno (presidente Apsa), l’arcivescovo di Sao Paulo in Brasile, cardinale Odilo Pedro Scherer, l’arcivescovo indiano di Ranchi, cardinale Telesphore Placidus Toppo. La Commissione era stata rinnovata per cinque anni il 18 febbraio 2013, subito dopo le dimissioni di Benedetto XVI, ma appunto ora è stata ricomposta.

SIGNIFICATIVI CAMBIAMENTI. La nuova Commissione lavorerà fianco a fianco con la Commissione referente che si è insediata a giugno scorso: al momento di lasciare il suo incarico, les segretario di Stato Tarcisio Bertone aveva chiesto di poter proseguire il suo incarico nella Commissione di vigilanza sino all’Assemblea plenaria di Moneyval (9-11 dicembre 2013), e così è stato. In questa occasione è stato approvato il report in progress del Vaticano, con una vasta serie di misure adottate in breve tempo.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download