Google+

Papa Benedetto XVI: «Senza Dio, l’uomo è schiavo dell’idolatria»

giugno 16, 2011 Benedetta Frigerio

L’Udienza generale di Benedetto XVI è ancora una volta dedicata alla preghiera: «Innanzi sta la priorità del primo comandamento: adorare solo Dio». Perché altrimenti, come accade nel «presente di questa storia», l’uomo «cade nella schiavitù di idolatrie, (…) come mostrano diverse forme di nichilismo che rendono l’uomo dipendente da idoli»

«L’idolatria è la continua tentazione del credente che, illudendosi di “servire due padroni” e di facilitare i cammini impervi della fede nell’Onnipotente, ripone la propria fiducia anche in un dio impotente fatto dagli uomini». Per questo papa Benedetto XVI ha voluto proseguire la sua catechesi sulla preghiera parlando di Elia «intercessore di Israele», profeta che «prega il Signore perché si manifesti e converta il cuore del suo popolo».

E’ per l’idolatria del popolo di Israele che Elia va sul monte Carmelo e costruisce un altare «simbolo della presenza di Dio», con dodici pietre che rappresentano l’alleanza del popolo a Dio, per «ricordare a Israele la sua verità» ma «anche al Signore la sua fedeltà». Nel IX secolo a.C. il popolo aveva infatti iniziato ad adorare Baal, un dio comprensibile e manipolabile dall’uomo. Elia sfida i profeti del dio umano Baal e, ha continuato il Santo Padre, «inizia il confronto tra due modi totalmente diversi di rivolgersi a Dio e di pregare». I profeti «si agitano, danzano saltando. Fanno ricorso a loro stessi per interpellare il loro dio, facendo affidamento sulle proprie capacità per provocarne la risposta».

Elia invece dopo aver costruito l’altare dice al Signore: «Si sappia che tu sei Dio di Israele e che io sono tuo servo e che ho fatto tutte queste cose sulla tua parola, (…) questo popolo sappia che tu sei Dio e che converti i loro cuori». Le prime suppliche, incentrate sullo sforzo dell’uomo che riduce dio ai suoi schemi, chiudono «la persona nel cerchio disperante della ricerca di sé. E l’inganno è tale che, adorando l’idolo (…) i profeti di Baal arrivano anche a farsi del male». Diversamente, alla richiesta di Elia che «chiede a Dio ciò che Dio stesso desidera fare, manifestarsi in tutta la sua misericordia, (…) il Signore risponde in maniera inequivocabile», incendia l’olocausto sull’altare e prosciuga l’acqua. Se quindi «Baal dio muto e impotente non aveva risposto», il Signore Dio con la sua «misericordia divina è venuto incontro alla debolezza e alla mancanza di fede».

L’episodio, ha concluso il Papa, ci ricorda che «innanzi sta la priorità del primo comandamento: adorare solo Dio». Perché altrimenti, come accade nel «presente di questa storia», l’uomo «cade nella schiavitù di idolatrie (…) come mostrano diverse forme di nichilismo che rendono l’uomo dipendente da idoli». Inoltre, ha sottolineato Benedetto XVI, capiamo che «lo scopo primario della preghiera è la conversione», «che trasforma il nostro cuore e ci fa capaci di vedere Dio». Infine, questa storia sarebbe profetica del futuro di Cristo: «E’ un passo nel cammino verso Cristo…qui vediamo il vero fuoco di Dio: l’amore che guida il Signore fino alla Croce».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

“All for freedom, freedom for all”. È il nuovo motto di Harley-Davidson che intende sedurre anche chi non è (ancora) un motociclista

L'articolo Harley-Davidson, nuovo slogan proviene da RED Live.

Nel bel mezzo di Agosto, la Casa di Iwata lancia un criptico video teaser che anticipa quanto verrà svelato il 6 settembre alle 17:00: la Yamaha T7

L'articolo Yamaha T7, il video teaser proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana