Google+

Palloni, chitarre, cipolle: i simboli più strani dei partiti in Egitto

dicembre 12, 2011 Daniele Ciacci

Alle elezioni parlamentari in Egitto non ci sono solo liberali, Fratelli Musulmani e salafiti. Visto che un terzo della popolazione egiziana è analfabeta, gli oltre 200 partiti iscritti alle elezioni si sono sbizzarriti per scegliere i loghi in grado di richiamare l’attenzione dei votanti: frullatori, sedie, ombrelli, semafori, shuttle, pianoforti, cannoni e molto altro

Una cucitrice, una macchina fotografica, un pallone da calcio, una chitarra e un frullatore. In Egitto, dove si stanno svolgendo le prime elezioni parlamentari libere dopo oltre vent’anni, i candidati si sono dovuti ingegnare non poco per trovare simboli che catturassero l’attenzione degli elettori. In un paese dove un terzo della popolazione è analfabeta, il simbolo del partito, più che una bella trovata pubblicitaria, è l’unico modo per ottenere dei voti.

Così, dal Cairo ad Alessandria, le città sono state invase da oltre 250 simboli diversi, che rappresentano i piccoli e grandi partiti che si sono sfidati nella prima delle tre tornate elettorali. Accanto alla più tradizionale piramide, troviamo anche uno shuttle o una lampadina. Agli occhiali da sole seguono una sedia, la testa della sfinge, un rubinetto, uno spazzolino o una barca. Non viene trascurato neanche il settore agricolo, con gruppi che sintetizzano il loro credo nel logo di un limone o di un grappolo d’uva. Forse per attirare l’attenzione dei musicisti, una formazione politica ha scelto come emblema un pianoforte a coda.


Tanti hanno cercato di attirare il favore delle donne scegliendo come logo un forno, un frullatore o un semplice rubinetto. Tanti simboli, tutti inusuali in Occidente, la cui efficacia è stata messa alla prova dal primo turno delle elezioni parlamentari. Solo per un partito le critiche sono scontate: in tempi di crisi come questo, avere come simbolo una cipolla non è un buon auspicio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.