Google+

Pakistan, estremisti islamici bruciano e derubano le case degli “eretici”: uccise due bambine. «La polizia stava a guardare»

luglio 28, 2014 Leone Grotti

L’assalto è cominciato dopo che un membro della comunità ahmadi, considerati “non musulmani” in Pakistan, è stato accusato di blasfemia

Un centinaio di estremisti islamici in Pakistan ha attaccato un quartiere ahmadi bruciando le case dei membri della setta religiosa e uccidendo almeno una donna e due bambine. L’assalto, come riporta Reuters, è avvenuto ieri nella città di Gujranwala, 220 chilometri a sud della capitale Islamabad e sarebbe stato originato da un caso di presunta blasfemia.

AHMADI. Gli ahmadi sono una comunità musulmana che non riconosce Maometto come Profeta ed è per questo considerata eretica. In Pakistan vengono continuamente perseguitati, in particolare una legge impedisce loro di definirsi musulmani, di chiamare “moschea” il loro luogo di preghiera e di celebrare le festività islamiche.

pakistan-gujranwala-fire70_4-27-2013_98590_lCASE BRUCIATE. Ieri un membro della setta è stato accusato di aver pubblicato su Facebook «materiale obiettabile», tacciato di blasfemia. Una folla di 150 musulmani si è recato alla stazione di polizia chiedendo di registrare il caso. «Mentre la polizia li ascoltava, un’altra folla ha attaccato e cominciato a bruciare le case degli ahmadi», precisa una fonte a Reuters. Nell’attacco sono morte una donna e due bambine.

«POLIZIA STAVA A GUARDARE». Salim ud Din, portavoce della comunità ahmadi, ha dichiarato che si tratta del peggiore attacco dal 2010, quando sono stati uccisi 86 ahmadi. «La polizia era là ma stava a guardare mentre le case bruciavano», ha affermato. «Non hanno fatto niente per fermare la folla, che prima di bruciare le abitazioni le ha derubate insieme ai negozi».
La legge sulla blasfemia viene continuamente abusata in Pakistan ed è ormai uno strumento per colpire e derubare le minoranze religiose, come i cristiani o gli sciiti. Quest’anno sono già state accusate di blasfemia almeno 100 persone, mentre nel 2011 era stato registrato un solo caso. In oltre il 95 per cento dei casi le accuse si rivelano false e infondate.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.