Google+

Pakistan. L’esecuzione dell'”eroe” islamista Qadri spaventa i legali di Asia Bibi

marzo 2, 2016 Leone Grotti

Intervista di tempi.it a Mushtaq Gill, avvocato della cristiana condannata a morte per blasfemia, confinato in casa da due giorni per le minacce subite

Più di 100 mila persone hanno partecipato ieri al funerale di Mumtaz Qadri, la guardia del corpo che ha assassinato nel 2011 il governatore musulmano del Punjab Salman Taseer, colpevole di aver difeso Asia Bibi e criticato la legge sulla blasfemia. L’omicida è stato impiccato il 29 febbraio dopo che la Corte suprema ha confermato la sua condanna a morte, ma la maggioranza dei pakistani lo considera «un eroe dell’islam».

“IO SONO QADRI”. A Rawalpindi, dove si è svolto il funerale, e nella vicina capitale Islamabad, le scuole sono state chiuse nel timore di violenze e attentati. Quasi tutti gli uomini portavano al collo cartelli con scritto “Io sono Qadri” e boati si sono levati dalla folla mentre gli imam criticavano il governo e i giudici per l’esecuzione della condanna a morte.

MINACCE DI MORTE. In un clima tesissimo Mushtaq Gill, avvocato che si batte per la difesa dei diritti umani in Pakistan e tra i legali di Asia Bibi, è stato minacciato di morte e da due giorni non può uscire di casa. «Io sto bene», ha dichiarato a tempi.it, «ma sono confinato in casa. Alcuni membri di un gruppo estremista sunnita mi hanno minacciato intimandomi di non uscire. In tutta Lahore i negozi sono chiusi per motivi di sicurezza. I sostenitori di Qadri fanno le ronde in città e conoscono bene dove abito».

ASIA BIBI. La Corte suprema deve ancora decidere se assolvere Asia Bibi, la madre cattolica condannata a morte in base a false accuse di blasfemia. Il verdetto dovrebbe arrivare entro due anni e l’impiccagione di Qadri desta preoccupazione tra i suoi difensori perché «potrebbe incidere negativamente sul rilascio di Asia Bibi».

Foto Ansa/Ap


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. gladio scrive:

    Dunque: centomila persone hanno partecipato commosse ai funerali di Quadri , ” boati si sono levati dalla folla mentre gli imam criticavano il governo e i giudici per l’esecuzione della condanna a morte “, le scuole sono rimaste chiuse e, dulcis in fundo, per la maggioranza dei pakistani ( i pakistani sono duecento milioni ) costui è un ” eroe dell’ Islam ” .

    Ma non ci viene raccontato un po’ da tutti , da Obama alla Sboldrina, da don Sciortino a monsignor Galantino passando per tutta la sinistra piddina , che l’ Islam è una religione di pace al cui interno i violenti sono un’ insignificante minoranza?

    • Sebastiano scrive:

      Ci sarebbe da mandarceli tutti, in pakistan (e non solo).
      Magari dopo un annetto si faranno un’altra idea.

La rassegna stampa di Tempi
Pellegrinaggio iStoria-Tempi in Terra Santa

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il progetto della prima vettura Apple senza conducente potrebbe cambiare radicalmente. A Cupertino non verrà sviluppata un’auto vera e propria, bensì un software per la guida autonoma da dedicare ai modelli di più costruttori.

Scorrevolezza e grip non sono due caratteristiche antitetiche. Il segreto sta nel battistrada, che deve combinare in modo perfetto mescole e disegno del tasselli.

La rinnovata SUV Ford verrà declinata in versione sportiva. A un assetto più rigido e sospensioni derivate da Focus ST si accompagneranno finiture interne e un look specifici. L’allestimento ST sarà disponibile per tutti i motori in gamma.

Dalla metà degli Anni ’60 ad oggi ha visto la luce un manipolo di vetture estreme, cattive, brutali e tremendamente performanti. Sogni, o incubi, a quattro ruote, ecco le auto più difficili da guidare al mondo.

Derivata dalla supercar 570S Coupé, non è omologata né per l’utilizzo stradale né per le competizioni. Destinata ai track day, adotta il noto V8 3.8 biturbo portato a 600 cv. L’aerodinamica s'ispira alla race car impegnata nel Campionato FIA GT4.

banner Mailup
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana