Google+

Pakistan. Corte suprema: nessuno può uccidere un uomo solo perché lo ritiene “blasfemo”

ottobre 7, 2015 Leone Grotti

Pena capitale confermata per Mumtaz Qadri, assassino di Salman Taseer, il governatore (musulmano) del Punjab che difese Asia Bibi criticando la legge sulla blasfemia

pakistan-islamisti-manifestazione-pro-qadri-punjab-shutterstock_68658259

La Corte suprema del Pakistan ha confermato la condanna a morte di Mumtaz Qadri, l’uomo che nel 2011 ha assassinato il governatore del Punjab, Salman Taseer, e poi si è costituito, confessando di averlo fatto perché il politico musulmano aveva difeso Asia Bibi e proposto di cambiare la «legge nera sulla blasfemia».

LA MOTIVAZIONE. La decisione è stata presa da una giuria di tre magistrati, guidati da Asif Saeed Khosa. Secondo il giudice Khosa, nessuno può uccidere un’altra persona solo perché la ritiene blasfema facendosi «giudice, giuria e boia». Se fosse così, il caos regnerebbe in Pakistan e la legge sulla blasfemia potrebbe essere usata (come infatti è usata ogni giorno nella Repubblica islamica) per «sistemare questioni personali».

CRITICARE LA LEGGE. Qadri era stato condannato a morte in primo grado nel 2011, sentenza confermata dall’Alta corte di Islamabad. Il giudice Khosa aveva già dichiarato ieri che criticare la legge sulla blasfemia, come fatto da Taseer, non equivale ad essere blasfemi.

«EROE DELL’ISLAM». Ogni giorno, al di fuori della Corte suprema, si sono riunite centinaia di sostenitori di Qadri, considerato «un eroe difensore dell’islam». Per aver difeso Asia Bibi, è stato ucciso anche il ministro delle Minoranze Shahbaz Bhatti. L’accusa di blasfemia in Pakistan è spesso usata per “regolare” conti che con le offese all’islam non hanno nulla a che fare. E i cristiani sono le prime vittime di questa assurda situazione, stretti tra estremisti che li vogliono punire e uno Stato che non li sa proteggere.

Foto Pakistan da Shutterstock


Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

2 Commenti

  1. SUSANNA ROLLI says:

    Ottimo, direi! Solo che la pena di morte fa orrore…

  2. Sebastiano says:

    Sono pronto a scommettere che gli unici che si dichiareranno contrari all’esecuzione capitale dell’assassino saranno i cattolici.
    Stana gente.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi