Google+

Pagamento debiti della p.a. a rischio per oltre i due terzi delle imprese creditrici

maggio 2, 2013 Redazione

Meno di un terzo delle amministrazioni interessate avrebbe avviato le procedure per lo sblocco. Rete Imprese Italia chiede l’introduzione di una “clausola di salvaguardia”

In forse il pagamento dei debiti della pubblica amministrazione per oltre due terzi delle imprese creditrici. Lunedì 29 aprile è scaduto il termine entro il quale gli enti pubblici avrebbero dovuto iscriversi alla piattaforma telematica predisposta dal ministero dell’Economia per procedere allo sblocco dei debiti; mentre il 30 aprile è scaduto il termine entro cui formalizzare la richiesta delle risorse necessarie per il pagamento dei debiti. Si tratta di due scadenze indispensabili perché il pagamento dei debiti possa andare a buon fine. Ma, secondo il quotidiano ItaliaOggi, meno di un terzo delle amministrazioni interessate avrebbe completato l’iscrizione.

ALLARME. A confermare che sono moltissime le amministrazioni e gli enti che non hanno nemmeno avviato le procedure di registrazione è Rete Imprese Italia dove, come confermato a tempi.it anche da Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato, sono preoccupati per un possibile inceppamento del sistema, a motivo anche del ritardo dell’invio delle istruzioni operative recapitate a regioni, province ed enti locali dal ministero.
Per questo motivo, Rete Imprese Italia ha rinnovato all’esecutivo del neo premier Enrico Letta la richiesta, già rivolta al governo Monti, l’artefice del decreto sblocca debiti (dl 35/2013), di introdurre, almeno, una “clausola di salvaguardia”, che consenta alle imprese creditrici della p.a. di compensare i crediti con i debiti fiscali e previdenziali.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. Stefano says:

    Sono amministratore in un piccolo comune di 1000 ab., dove siamo riusciti a formalizzare le richieste sopra citate. E’ stato molto difficile perché, soprattutto in comuni piccoli e con pochissimo personale
    (1 ragioniere e 1 tecnico), queste scadenze hanno coinciso con il termine per l’approvazione dei bilanci consuntivi. Oltre a questo occorre aggiungere la complessità dell’iter (cosa normale quando si ha che fare con istruzioni per l’uso elaborate a livello centrale) e in ultimo il sistema di rete dove effettuare le registrazioni spesso non permetteva l’accesso. Il dubbio che abbiamo avuto è che tutte queste difficoltà siano state pilotate per ridurre il numero di amministrazioni che facevano richiesta di contributo.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.