Google+

Ottima scelta “oscurantista” del Vaticano. Negato a Nuzzi l’accredito stampa per seguire il Conclave

marzo 11, 2013 Redazione

Il Vaticano nega all’autore di “Sua Santità” l’accredito. Lui fa l’offeso: «Scelta oscurantista, altro che trasparenza libertà di stampa». D’altronde, sarebbe stato strano il contrario

Il Vaticano ha negato al giornalista Gianluigi Nuzzi, autore di Sua Santità, il libro all’origine di Vatileaks, l’accredito stampa per seguire il Conclave. Lo riferisce lo stesso Nuzzi che su twitter fa l’offeso: «Scelta oscurantista, altro che trasparenza libertà di stampa».

D’altronde, dopo tutto quel che è accaduto, sarebbe stato strano il contrario e non si capisce come Nuzzi possa stupirsi di non essere ben accetto in Vaticano dopo che, tramite il maggiordomo Paolo Gabriele, aveva ottenuto e pubblicato documenti fotocopiati nella segreteria particolare del Papa.

Nuzzi ha avanzato la settimana scorsa una richiesta di accredito, tramite la prevista procedura online, per poter seguire il Conclave per la rete tv La7.

Stamattina la notizia che tale richiesta è stata respinta. Non così per altri 5.600 giornalisti; è questo il numero di quanti hanno ottenuto l’accredito.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

8 Commenti

  1. giuliano says:

    meno male, io caccerei fuori anche quelli del Fatto, dell’Unità, di Repubblica ecc.. ovvero tutti quelli di sinistra italiani ed esteri, cioè tutti quelli che vanno li per disinforamre il gregge

  2. Tassotti Raffaele says:

    Perché questo signore pretende essere un giornalista? Altro che oscurantismo, si comincia a fare luce!

  3. Gmtubini says:

    Gli è andata anche bene…
    Io lo avrei preso a calci sotto il grembiulino! 🙂

  4. Enrico says:

    Dovrebbe scrivere un libro altrettanto critico sulla Resistenza come Pansa o sulla magistratura; poi vediamo se lo fanno entrare nei recinti sinistri o a palazzo d’Ingiustizia

  5. Quercia says:

    @ beniamino Lori:

    Sono in gran parte d’accordo con te. Però non siamo d’accordo sul fatto che Nuzzi abbia fatto questo scoop per il bene della Chiesa e con i mezzi leciti. E soprattutto che abbia fatto bene alla Chiesa, a prescindere dall’intento del attore (Nuzzi).

    Rubare il “marciume” da casa d’altri e poi pubblicarlo, ammesso che il marciume sia vero, fa si che a rimetterci non siano i produttori del marciume ma quelle centinaia di milioni di persone in giro per il mondo oneste e cristiane che ora, se gli va bene, vengono derise o additate al pubblico disprezzo, se gli va male, vengono perseguitati. Mi auguro che Nuzzi l’abbia fatto perchè gli era sfuggito questo “dettaglio” e abbia visto solo una notiziona che come tale un giornalista deve pubblicare.
    Certamente non è che qualsiasi criminale all’interno della Chiesa possa nascondersi dietro la maggioranza onesta. Però a mio parere, se qualcuno scopre un crimine, avverte gli organi giudiziari e i responsabili religiosi. Non pubblica tutto sui media.

    Quindi per principio, anch’io sarei per l’assoluta libertà della stampa. Anche quando esagera o sbaglia. Sono quasi per “l’anarchia di stampa”. In questo caso però sono d’accordo..magari mi sbaglio. Anche perchè la libertà di stampa è super tutelata e, in questo caso, garantita dalla presenza di migliaia di giornalisti.

  6. marzio says:

    Nuzzi stia a casa, stara’ meglio lui e staremo soprattutto meglio noi.

  7. Hughes says:

    Hanno fatto bene, non si vede perché avrebbero dovuto accreditare una persona il cui unico interesse e’ screditare e gettare fango sulla Chiesa.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

Seppur presentato nel 2016, il sistema di trazione integrale della Focus RS è tutt’oggi una soluzione ingegneristica avanzata ed è raro trovarne una descrizione chiara e completa. Siete sicuri di avere capito come funziona? Leggete per scoprirlo!

L'articolo Magia elettronica! La trazione integrale della Ford Focus RS proviene da RED Live.

In attesa della prova ecco le prime informazioni sul test che ci vedrà a Valencia in sella alla nuova Ducati Panigale V4

L'articolo Ducati Panigale V4 in attesa della prova proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download