Google+

L’orchestra, la sinfonia di Brahms, l’ovazione per il bis. E si alzano in piedi le violiniste. Sortilegio alla Scala

settembre 15, 2014 Marina Corradi

Una cosa mai vista è successa il 5 settembre nel teatro della Milano bene: orchestrali che si cimentano nel canto. Nel silenzio meravigliato della Scala

mito-budapest-festiva-orchestra-scala-milano

Milano, 5 settembre, Teatro alla Scala. La stagione riapre con la Budapest Festival Orchestra diretta da Ivan Fischer, per la rassegna di MiTo. Nella serata tiepida la Milano bene prende posto in platea. Brahms, stasera: la Terza e la Quarta sinfonia.

L’orchestra schierata nel suo ordine, nella lucentezza dei fiati ricorda la parata di un esercito. Quando il silenzio è assoluto, il maestro chiama la prima nota. Il Brahms della Terza, la Renana, ci avvolge in un paesaggio di brume e orizzonti grigi e incombenti. Nella Quarta, sull’armonia severa dei violini si abbatte improvvisa e tonante la potenza dei fiati, come un’ira di Dio.

Lunghi applausi pretendono il bis. Allora le violiniste depongono il violino, e prendono in mano uno spartito. Una cosa mai vista: orchestrali che si cimentano nel canto. Cantano una Serenata notturna di Brahms. Le voci si stagliano chiare nel silenzio meravigliato della Scala. Brevissima Serenata: eppure crea per un momento un sortilegio. (Niente, nemmeno i più superbi violini uguagliano, pensi, la voce umana).

Cosa c’è al fondo dell’incanto che ghermisce la sala? Voci di donne, eco di remote ninne nanne, o, prima ancora, del timbro che il bambino nel buio del grembo riconosce. Poi voci di sorelle, innamorate, figlie. Voci eternamente sussurranti la vita. Sortilegio alla Scala: nell’attimo di silenzio prima degli applausi cogli nella platea matura, elegante e viziata, un istante di commozione vera.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

La Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line è una suv compatta per chi va sempre di corsa ma non per questo manca di praticità. Si parte da 46.000 euro.

L'articolo Prova Volkswagen Tiguan 2.0 BiTDI DSG 4M R-Line proviene da RED Live.

Mentre tutti sono sotto l’ombrellone, la Casa varesina presenta le ultime due moto che mancavano all’appello dell’Euro4: le F3 (675 e 800) e la Dragster 800 RR. E con l’occasione…

L'articolo MV Agusta F3 e Dragster 800 RR Euro4 proviene da RED Live.

La fame del colosso indiano Bajaj sembra non avere fine: dopo aver conquistato il 49% del Gruppo KTM, ora punta a un noto Marchio inglese. Nasce così la partnership (commerciale) Triumph e Bajaj

L'articolo Triumph e Bajaj, insieme per le piccole proviene da RED Live.

Black Jack, come il gioco d’azzardo che coinvolge banco e giocatori. In questo caso, però, il ruolo del casinò viene interpretato dalla Opel e l’oggetto del desiderio non è il classico “21”, bensì la city car Adam in edizione speciale. L’inedito allestimento Black Jack, che esalta l’inclinazione alla personalizzazione tipica dell’utilitaria tedesca, porta in dote […]

L'articolo Opel Adam Black Jack: scommessa vinta proviene da RED Live.

Dopo il successo ottenuto con la 300, Beta allarga ulteriormente la gamma delle enduro “facili”: ora è il momento della Beta XTrainer 250, moto facile per alcune soluzioni ma comunque capace di grandi cose

L'articolo Beta Xtrainer 250 proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana