Google+

Ora che siamo tutti “social” è spuntato un muro tra calciatori e media

settembre 17, 2017 Fred Perri

Il problema della vecchiaia è il reducismo. Però è vero che una volta c’erano cose per cui si stava meglio e cose per cui si stava peggio

bonucci-instagram

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Il problema della vecchiaia, compagni, amici e bastardi di ogni genere e grado, come vi ho spiegato tante volte, ma siccome siete tardi ve lo spiego di nuovo, è il reducismo. Cioè quell’inevitabile fiume di ricordi che ci assale e che sfocia, spesso, nel tragico “si stava meglio quando si stava peggio”. Meglio evitare, ma come sempre la verità sta nel mezzo: c’erano cose per cui si stava meglio e cose per cui si stava peggio.

L’altro giorno ho incontrato, dopo un po’ di anni, Alessandro “Spillo” Altobelli e abbiamo rievocato i tempi in cui io salivo ad Appiano Gentile e lui mi rubava i giornali. Non c’è nessuno col braccino corto come un calciatore. Io lo prendevo in giro, quando si allontanava con i miei giornali sotto braccio: «Ogni volta mi stupisci, sai anche leggere». Ci siamo fatti un paio di risate. Adesso ad Appiano Gentile, il centro sportivo dell’Inter, ma anche a Milanello o a Vinovo, dove sta la Juventus, è tutto cambiato. Ora quando leggo un articolo, quasi tutte le dichiarazioni dei giocatori provengono da qualche social.

Ormai c’è un muro, vero e proprio o metaforico, eretto dagli uffici stampa, tra i calciatori e i media. Non voglio fare paragoni, ma sono convinto che quelle quattro chiacchiere con quelli di cui parlavo nei miei articoli mi abbiano fatto diventare un giornalista migliore. E magari, rubando i giornali, anche i calciatori imparerebbero qualcosa.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ci sono biciclette che sono la Storia del Mountain Biking e la Stumpjumper rientra a pieno titolo fra queste. Nata nel 1981, è stata la Mtb che ha lanciato Specialized in orbita, quella che ha portato Ned Overend all’iride e quella che con il suo telaio in acciaio rosso, mi ha fatto sbavare sulle pagine dei cataloghi […]

L'articolo Specialized Stumpjumper 2018: Trail revolution proviene da RED Live.

Poco ingombrante e facile da aprire la nuova bici a pedalata assistita ha un’autonomia che raggiunge i 70 km. Costa 1.090 euro

L'articolo Askoll eBfolding, l’elettrica che si ripiega proviene da RED Live.

Fervono i preparativi per la 10ª volta del raduno internazionale Ducati, una tre giorni in cui incontrare campioni, partecipare a contest, a corsi di guida e molto altro. Aperta la vendita dei biglietti

L'articolo World Ducati Week, 20-21-22 luglio 2018. Info e biglietti proviene da RED Live.

Trionfare alla Pikes Peak e riportare i riflettori sulla I.D. family, la gamma dei prototipi elettrici che ultimamente tiene banco nello stand Volkswagen durante i tutti principali Saloni. Sono queste le due missioni affidate alla strabiliante supercar I.D. R Pikes Peak, svelata nei giorni scorsi ad Alès, in Francia, città natale del leggendario Jacky Ickx. […]

L'articolo Volkswagen I.D. R Pikes Peak, un fulmine sulla vetta proviene da RED Live.

Non è usuale per Kawasaki variare sul tema a così poca distanza dal lancio di un nuovo modello, ma nel caso della Z900RS ha fatto uno strappo alla regola. La “colpa” è di Norikazu Matsumura – il designer che ha concepito la modern classic di casa Kawa -, che complice anche una certa insistenza della […]

L'articolo Prova Kawasaki Z900RS Cafe proviene da RED Live.