Google+

Olanda, pediatri: «Estendiamo l’eutanasia ai minori di 12 anni senza il loro consenso»

luglio 11, 2014 Redazione

La proposta fatta dall’Associazione dei pediatri olandesi, che a settembre presenteranno una proposta al Parlamento, sarà anche peggiore dell’eutanasia infantile approvata in Belgio

L’eutanasia deve essere estesa anche ai minori di 12 anni. È questa la proposta avanzata dall’Associazione dei pediatri olandesi, che durante una riunione dell’interna commissione Etica e diritto ha chiesto al Parlamento di seguire la strada già intrapresa dal Belgio.

EUTANASIA OLANDESE. L’eutanasia in Olanda è legale dal 2002 per chi abbia compiuto i 16 anni. Il protocollo di Groningen l’ha di fatto estesa anche ai bambini o ragazzi mentalmente in grado di fare questa scelta, cioè quelli tra 12 e i 16 anni con il consenso dei genitori. È anche possibile uccidere un bambino fino al compimento del primo anno di età se presenta gravi malattie o malformazioni.

«MORIRE NELLA DIGNITÀ». I pediatri hanno ora chiesto che «l’eutanasia attiva» sia anche possibile per i bambini di età compresa tra 1 e 12 anni che presentino gravi patologie o handicap. Il professore Eduard Verhagen, annunciando dibattiti a settembre per arrivare a una proposta collegiale da presentare al Parlamento, ha dichiarato: «Si tratta di casi eccezionali, estremi, di bambini che sono vicini alla morte e si vorrebbe offrire ai genitori la possibilità di lasciarli morire nella dignità. Essendo un pediatra, non so mai come spiegare ai genitori che un diritto che appartiene a tutti non riguarda invece il gruppo di bambini tra gli 1 e i 12 anni».

IL CONSENSO NON SERVE. Secondo i pediatri, l’eutanasia non necessita del consenso dei bambini ma solamente di quello dei genitori e del medico curante. Così l’Olanda raggiungerà il Belgio, anzi lo sorpasserà: perché secondo la legge controfirmata dal re Filippo il 2 marzo scorso, “solo” i minori che danno prova di essere coscienti (ma che coscienza può avere un bambino di tre anni?) di quello che stanno richiedendo possono ottenere l’iniezione letale. In Olanda, invece, basterà la volontà dei genitori: il diretto interessato non avrà voce in capitolo. Così, inoltre, si apre inevitabilmente alla legalizzazione dell’eutanasia, anche in via teorica (in concreto lo si fa già), per i dementi, che non sono in grado di fare personalmente la richiesta.

«LA LEGGE STA DERAGLIANDO». Davanti all’ennesima dimostrazione di come l’eutanasia sia inarrestabile, una volta approvata anche solo per pochi casi, non stupiscono le parole pronunciate a gennaio da uno dei padri della “buona morte”, il dottor Boudewijn Chabot: «La legge sta deragliando, ha troppi difetti, sono sorpreso dai recenti sviluppi». Come dichiarava a tempi.it  monsignor Elio Sgreccia: «Quando si apre una porta, anche poco, si accetta l’idea che si spalanchi sempre di più. È un’illusione pensare di poter limitare l’eutanasia o il suicidio assistito entro confini rigidi, controllando la pratica».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

15 Commenti

  1. Cisco says:

    Anche Eichmann – così magistralmente raccontato da Hannah Arendt – sosteneva di stare facendo semplicemente il proprio dovere: in fondo non è altro che la banalità del male. Il problema è capire se, di fronte a pronunciamenti talmente “autorevoli” e agghiaccianti, c’è della buona fede – derivante dal rincoglionimento relativistico-nichilista – oppure un preciso disegno di annientamento dell’umano.

    • Lucy says:

      Dormito bene? No perchè mi pare tu faccia un attimo di confusione , ma giusto un attimo ;)))))))))

      • Cisco says:

        @Lucy
        Dormito così così, ma anche rileggendo confermo quello che ho scritto. Se hai la grazia di commentare nel merito…

    • Tommasodaquino says:

      Il processo descritto è spiegato in maniera magistrale da C.S. Lewis nel libro Abolition Of Man

  2. Emanuele says:

    Si sta velocemente arrivando a quello che diceva P. Dick in “le pre-persone”: finché il bambino non compie 12 anni, la famiglia potrà sbarazzarsene quando vuole. Mentre si viene (giustamente eh) condannati se si abbandona un cane…

    • Romeo says:

      @Emanuele
      Concordo ed aggiungo una citazione:
      “Il Congresso aveva adottato un semplice metro per stabilire con una certa approssimazione questo importante momento: la capacità di comprendere le operazioni matematiche complesse, l’algebra. Fino a che non sviluppava questa caratteristica, l’individuo era solo carne: corpo e istinti primordiali, riflessi animali e risposta allo stimolo. Come i cani di Pavlov…”

      Ora mi chiedo: quanti tra quelli che vedono il progresso in pratiche abominevoli come aborto indotto, suicidio assistito ed eutanasia (“eu”?) sarebbero in grado di dimostrare la loro “capacità di comprendere operazioni matematiche complesse”?
      E quanti tra quelli che “tirano per la giacca” ogni giorno la Scienza per giustificare i propri deliri?

    • ftax says:

      Per favore. In quale raccolta si trova il racconto di Dick? E’ reperibile in Italia?
      Grazie!

  3. Hector Hammond says:

    Bisognerebbe chiedersi da dove saltano fuori queste idee , non è che la gente si alza e pensa questo.
    Ad esempio la lettura di “ero un massone” di maurice canseliet , medico francese potrebbe fornire degli spunti interessanti.

  4. francesco taddei says:

    questi nazisti (lo sanno bene in sudafrica) si uccideranno tra loro, poi finalmente arriveranno i musulmani e metteranno fine a questo scempio.

  5. francesco66 says:

    In fondo è “solo” un’estensione dell’aborto. La differenza aggravante è che in questo caso un ragazzino nella maggioranza dei casi capisce cosa gli si sta per fare. Sono curioso di vedere quanti genitori daranno il consenso. Il paragone coi cani che fa tanta gente e qui in queste righe Emanuele è azzeccato, ma se condivido il biasimare perseguire chi rilascia ( termine piu appropriato che abbandonare)
    è escl6sivamente perché contribuisce al randagismo. Non ho capìto perché tutta questa moda della cinofilìa. E allora chi rilas ia i maiali per distrarre i predatori ?

  6. Cisco says:

    Ma a estendere l’eutanasia ai pediatri senza il loro consenso non ci ha mai pensato nessuno?

  7. AndreaB says:

    Buonasera, in effetti la tendenza di pensiero di quei pediatri sembrerebbe assecondare l’idea che per debellare una malattia, piuttosto che trovare una cura, sia molto piu’ semplice uccidere il malato.

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download